TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il partito di Jamie Akesson crede nei miracoli nella crisi climatica

Solo Putin trae vantaggio dalla dipendenza dell’Europa dai combustibili fossili

Aggiornato il 09.04 | Pubblicato alle 06:00

Pagina editoriale dell'Aftonbladet È una socialdemocrazia indipendente.

Gli agricoltori francesi hanno bloccato l'ingresso al Parlamento europeo a Strasburgo in segno di protesta mentre i politici si riunivano per un incontro la settimana scorsa.

Strasburgo Al Parlamento Europeo A Strasburgo si è sentito un violento suono di clacson proveniente dall'esterno. I trattori sono in fila all'ingresso. Gli agricoltori arrabbiati sono diventati un movimento potente e un fattore importante nel periodo che precede le elezioni europee, che gli Stati membri voteranno dal 6 al 9 giugno di quest’anno.

Kranz-German, il contadino che protesta.

“Sono qui perché sono stanco di politici che dicono qualcosa e poi votano contro”, dice Kranz Germain, un contadino del sud della Francia venuto qui per protestare contro la politica agricola dell'Unione europea.

Le rivolte contadine si diffusero in tutta Europa. Dalla Germania, Belgio e Polonia alla Francia, dove sono state chiuse le strade che portano a Parigi.

Gli agricoltori protestano perché tutto sta diventando più caro e che i prezzi dei loro prodotti stanno diminuendo a causa delle importazioni dall'Ucraina e dal Sudamerica. Criticano il fatto che le leggi climatiche dell’UE sui pesticidi stanno diventando più rigorose e tutta la gestione richiesta oggi alle aziende agricole.

Il governo del presidente francese Emmanuel Macron ha dovuto accogliere in una certa misura gli agricoltori, abbassando i prezzi del diesel e allentando le normative sui prodotti chimici.

READ  Shannon, 32 anni, mamma di quattro figli, è morta di fame dopo un intervento chirurgico | Notizia

Fa rima male Con obiettivi climatici di alto livello in fase di negoziazione nel Parlamento europeo. La settimana scorsa, la Commissione europea ha formulato una raccomandazione su A Obiettivo climatico comune entro il 2040. Ciò significa ridurre le emissioni nette del 90% entro il 2040. I combustibili fossili devono essere gradualmente eliminati e devono essere sviluppate foreste e nuove tecnologie per catturare l’anidride carbonica.

Le reazioni agli obiettivi del 2040 variano da partito a partito. Oppure: i rossoverdi e i liberali sostengono e vogliono aumentare le ambizioni. La destra svedese ha preso una posizione negativa.

Charlie Weimer è alla destra di Jimmy Acheson.

– È troppo presto per fissare nuovi obiettivi. Abbiamo appena adottato leggi ambientali fino al 2030 e dobbiamo prima valutarle, afferma Charlie Weimers, membro dei Democratici svedesi, quando lo incontro con un gruppo di giornalisti svedesi.

Weimar lo è Il primo nome sulla lista del partito SD per le elezioni del Parlamento europeo di questa primavera. Parla del fatto che la politica deve lavorare fianco a fianco con gli agricoltori e la gente comune affinché le persone vogliano il cambiamento.

Per quanto riguarda il modo in cui la Svezia o l’Unione Europea riusciranno a diventare climaticamente neutrali entro il 2050 al più tardi, come l’Unione Europea ha già deciso, Weimers non è altrettanto chiaro. L’energia nucleare, lo scambio di emissioni e le tecnologie di stoccaggio del carbonio che ancora non esistono sono la panacea che risolverà i problemi.

Come molti all’interno del gruppo del partito ECR, con cui i democratici svedesi siedono al Parlamento europeo, Charlie Weimers è preoccupato che il rapido cambiamento climatico possa portare le industrie a lasciare l’Europa. È un argomento potente che potrebbe auto-convalidarsi. Perché se gli Stati membri dell’UE non cambiano, la nuova industria verde individuerà naturalmente le sue fabbriche e i suoi servizi altrove.

Helen Fritzon.

Helen Fritzon Il primo nome dei socialdemocratici alle elezioni. Il suo partito vuole andare oltre e raggiungere una riduzione del 95% delle emissioni di anidride carbonica entro il 2040. Crede che sia giunto il momento che il governo di destra svedese mostri rispetto.

– Dobbiamo andare avanti più velocemente se vogliamo approvare l'Accordo di Parigi, ha detto durante una pausa dalla discussione in sala plenaria.

– Soprattutto perché ora in Svezia abbiamo un governo conservatore di destra guidato dai democratici svedesi. Per la prima volta in due decenni, le emissioni sono in aumento in Svezia. Abbiamo un ministro del clima che è completamente invisibile e non vuole discutere di clima.

READ  Soldato russo sopravvive all'attacco | GP

Fritzone significa La questione climatica è legata anche alla sicurezza dell’Europa. Per questo sottolinea che il lavoro di transizione non dovrebbe essere rallentato dai populisti di destra che affermano di essere dalla parte della gente comune durante il prossimo mandato.

– Vogliamo liberarci dei combustibili fossili e porre fine alla guerra, è molto importante metterla fine Gas russo. Riteniamo che il petrolio debba essere etichettato in modo che si sappia che il denaro non finisce nel forziere di guerra di Putin.

S e SD si sono nominati principali oppositori alle elezioni europee. Le differenze tra le parti non potrebbero essere più chiare che sulla questione climatica. Per gli elettori si tratterà di un’elezione che influenzerà in maniera decisiva il futuro dell’Europa.

Il clima è una questione importante per te nelle elezioni europee? Parlane e invia un messaggio a Jonna Sima alle 09:00. Puoi inviare i tuoi commenti e domande ora.

  • Dovremmo avere il coraggio di aumentare un po’ le emissioni se è possibile ridurle molto da qualche parte, ad esempio aumentando la produzione alimentare svedese per ridurre i prezzi dei prodotti in Svezia // mvh Henrik

    Henrik

    Ma poi è stato possibile ridurre le emissioni in un altro modo. Come ad esempio non ridurre l’impegno di riduzione di benzina e diesel al livello più basso dell’Unione Europea. Proprio questa decisione del governo farà sì che le emissioni di anidride carbonica della Svezia aumenteranno di 4 milioni di tonnellate nel 2024 rispetto al 2023!

  • Non ci sarà alcun cambiamento nell’opinione pubblica finché gli appassionati di fossili resteranno chiusi nelle loro chat isolate, leggendo e condividendo le stesse pagine web.

    Segui le loro abitudini di lettura

    La polarizzazione è già un problema, anche sul clima. Quindi sono preoccupato per i tagli profondi che si stanno verificando oggi nelle società di servizi pubblici. In SR hanno, tra le altre cose, preso il controllo del servizio di corrispondente sul clima. Era la persona con competenze all’avanguardia sulla questione climatica e ha aiutato il resto del comitato editoriale ad affrontare una questione che presentava una scienza molto complessa che doveva essere compresa da noi laici per comprendere la situazione.

  • Il clima è importante, ma allo stesso tempo i politici si stanno muovendo nella direzione sbagliata. Vogliono abolire le mucche perché scoreggiano, ma allo stesso tempo sostengono tutte le guerre. Gli agricoltori non dovrebbero usare i trattori, ma l’esercito può guidare i carri armati. I politici vanno a Bruxelles perché è bello incontrarsi (non vogliono usare la tecnologia/riunioni video), ma gli infermieri saltano il caffè perché è troppo costoso. Nessuno vuole la guerra, quindi i politici devono lavorare per la pace. Oppure si annullano e allora sono solo i soldi a governare.

    Sofia

    Hai davvero messo il dito su molte delle principali ipocrisie di oggi! Allo stesso tempo, è possibile sostenere la stessa argomentazione: perché dovremmo fare qualcosa quando Cina e India sono i più grandi criminali climatici? Deve essere possibile controllare la produzione agricola ed energetica e allo stesso tempo aiutare l’Ucraina a combattere l’invasione russa, ecc.

    I viaggi a Bruxelles e Strasburgo sono davvero un dilemma. Naturalmente penso che andrebbero utilizzati i treni, ma sono riluttante a utilizzare sempre le riunioni online. È sempre meglio incontrare persone nella vita reale, giusto? Soprattutto quando si tratta di politica, dove i conflitti su questioni sono la base su cui le persone vengono coinvolte.

  • Sì, la questione climatica è molto importante.

    A mio avviso, l’uso del biogas come combustibile e per il riscaldamento è qualcosa che è completamente scomparso. Ho guidato un’auto senza combustibili fossili per oltre 10 anni, e molte più persone potrebbero farlo se ai negazionisti del clima non fosse permesso di restare. Qualsiasi motore a combustione convenzionale può essere convertito per funzionare a biogas. È possibile ridurre le emissioni minime e la produzione di nuovi veicoli.

    La nostra Terra non può gestire una maggiore produzione di elettricità per far funzionare auto elettriche, riscaldare case, produrre elettricità per sale server, ecc. Le materie prime necessarie vengono prodotte in condizioni disgustose.

    Chi vuole contribuire? Non io comunque…

    BASTA SD!

    Aria

    Il biogas è in realtà una risorsa non sfruttata. La raccolta differenziata dei rifiuti alimentari è obbligatoria solo a Stoccolma, ad esempio, dal gennaio 2023. Dovrebbe essere obbligatoria ovunque, in modo che possiamo trarne vantaggio, che si trasforma in energia rinnovabile.

  • Se il clima non è la questione più importante del nostro tempo, allora le persone con un’opinione diversa devono essere sorde e cieche a tutto ciò che sta accadendo all’ambiente nel mondo in questo momento.

    Kenneth

    Potresti pensarlo. Al più tardi ieri l'Aftonbladet ha pubblicato un articolo sul possibile crollo del canale della Corrente del Golfo. Dovrebbe far capire a tutti che la situazione è urgente, indipendentemente dal proprio partito di appartenenza. Ma, stranamente, il mondo si è capovolto.

READ  Israele: avvisi sui lanci di missili nel nord