TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il manager Lidl si unisce alle critiche di Ica alla direttiva UTP

Il manager Lidl si unisce alle critiche di Ica alla direttiva UTP

La catena alimentare svedese Lidl è cresciuta significativamente più del resto del settore durante la pandemia. I motivi sono diversi, ma soprattutto Johan Augustsson, capo della Lidl svedese, ritiene di aver approfittato delle opportunità che la pandemia ha offerto loro.

“Ci sono tanti piccoli flussi, ma l’importante è che si siano aperte nuove porte per nuovi clienti che siamo stati molto abili nel curare”, dice.

compiti a una porta e modificare i modelli comportamentali che hanno spinto i nuovi clienti a testare i negozi. Un altro sono i cambiamenti nel settore, che tendono a confondere i consumatori di cibo guidati dalle abitudini.

– Ad esempio, Neto è scomparso in Coop. Quindi coloro che hanno fatto acquisti lì potrebbero essersi chiesti perché all’improvviso fosse così diverso, e quindi è stato più facile anche per noi entrare lì, dice Johann Augustson.

Nel novembre dello scorso anno, questo risultato ha raggiunto puntualmente 200 negozi. Un obiettivo per cui ho lavorato per molti anni. Quale sarà il prossimo traguardo concreto, il regista svedese non osa specificare, ma c’è spazio per un’ulteriore crescita, sottolinea.

Non abbiamo un nuovo obiettivo chiaramente definito. Solitamente si parla del potenziale di circa 300 negozi nel lungo periodo. Johan Augustsson dice che in un mondo virtuale, probabilmente non raggiungeremo mai tutte le posizioni che vogliamo, ma da qualche parte dove esiste comunque il potenziale.

Il regista svedese di Lidless Johan Augustson.

Foto: Lisa Mathison

Anno fiscale 2020/2021 La svedese Lidl ha aumentato le sue vendite del 12,8%, mentre il resto del settore è cresciuto di poco più del 7% nello stesso periodo.

Tra l’altro, prendono quote di mercato da Ica, che secondo Rivista di settore Dagligvarunytt Ha portato a preoccupare i concessionari Ica. Questa settimana, l’amministratore delegato della Ica Traders Guild, Fredrik Haglund, è stato licenziato.

Resta da vedere se Lidl potrà continuare a erodere le quote di mercato dei colossi allo stesso ritmo. Il manager svedese ritiene che potrebbe essere più difficile in futuro.

– Sarà dura. Nell’ultimo anno, tutti nel nostro settore hanno beneficiato della pandemia e dei cambiamenti che ha portato, quindi tutti stanno iniziando da un nuovo livello più alto ora e tutti lotteranno con becchi e artigli per mantenere il fatturato che hanno ricevuto. Vedo di fronte a me che ci sarà una dura competizione questo autunno e inverno.

Con il più grande concorrente Ica, che perde quote di mercato a favore di Lidl, tra gli altri, c’è stato molto clamore su una nuova squadra che entrerà in vigore a novembre. Si tratta di un adattamento svedese della direttiva UTP (Unfair Trade Practices) dell’Unione Europea che mira a proteggere i produttori alimentari particolarmente piccoli dalle pratiche commerciali sleali dei giganti che acquistano i loro prodotti.

Johan Augustsson, il direttore svedese di Lidl, afferma che le aziende alimentari combatteranno con becchi e artigli per mantenere il volume di vendita che hanno ricevuto.

Johan Augustsson, il direttore svedese di Lidl, afferma che le aziende alimentari combatteranno con becchi e artigli per mantenere il volume di vendita che hanno ricevuto.

Foto: Lisa Mathison

Ica, che ha ricevuto critiche A causa della sua dura presa sui fornitori, l’adattamento svedese è stato criticato per essere troppo ampio. Il CEO Per Stromberg ritiene che la legge, così come è stata progettata, vada a vantaggio anche di giganti globali come Coca-Cola e Nestlé.

– È totalmente irragionevole, non hanno bisogno di protezione da parte nostra, ha detto In una precedente intervista dn.

Johan Augustsson concorda sul fatto che la Svezia abbia applicato eccessivamente la direttiva, ma prende tutto molto sul serio.

– La cosa principale per me è che è neutrale nella competizione, e lo è. È lo stesso per tutti noi. Allora devi conviverci e affrontarlo, dice.

Tuttavia, si riferisce a Un altro problema.

È quando fai scambi transfrontalieri, cosa che facciamo tutti nel settore. Se compro qualcosa da qualcuno in Danimarca, quali regole nazionali dovrebbero essere applicate?

Vuoi dire che non era chiaro cosa dovrebbe valere per il commercio transfrontaliero?

– Per quanto possiamo arrivare ora, sia noi che l’industria, non capiamo esattamente come andrà al no. Ma si cristallizzerà e la legge sarà sicuramente provata molte volte.

Il regista svedese di Lidless Johan Augustson.

Il regista svedese di Lidless Johan Augustson.

Foto: Lisa Mathison

Leggi anche: Il CEO di Ica sbatte la nuova legge: “Pensiamo che la Svezia abbia tagliato il traguardo”

READ  Unione Europea: salva gli afghani che hanno lavorato con te