TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Il Comitato Olimpico Internazionale può porre fine alla schiavitù sportiva in Bielorussia”

Domenica, la runner olimpica bielorussa Kristina Timanovskaya è stata trasferita all’aeroporto di Tokyo contro la sua volontà dopo aver criticato la decisione dei suoi allenatori, e questo incidente è un chiaro esempio di come il mondo dello sport sia governato dal regime in Bielorussia, secondo un esperto.

– Un atleta d’élite in Bielorussia deve svolgere due funzioni: competere e almeno rimanere in silenzio, se non esprimere la sua lealtà al potere. In caso contrario, ci saranno sanzioni, afferma Rehor Nizhnikau, esperto e ricercatore bielorusso presso l’Istituto finlandese di politica estera FIIA.

Dopo le molto criticate elezioni presidenziali dell’agosto 2020, molti gruppi sociali in Bielorussia hanno indetto nuove elezioni e chiesto allo Stato di porre fine alla violenza contro l’opposizione. Uno di questi gruppi sono i matematici, che, tra le altre cose, hanno scritto lettere aperte supportati da migliaia di persone.

Alcuni atleti d’élite hanno anche criticato apertamente il sistema. A causa delle loro dichiarazioni politiche, molti di loro sono stati arrestati e picchiati. Almeno due sono stati trattenuti per diversi giorni. Altri atleti sono stati sospesi dalle gare o espulsi dalle loro squadre sportive nazionali, secondo Deutsche Welle.

– Le critiche dirette al governo mettono fine al futuro dello sportivo. Gli atleti bielorussi non hanno diritti. La loro carriera e il loro benessere dipendono interamente dai funzionari del governo. Senza il permesso dello stato, dice Rehor Nijnicaou, non possono avere sponsor privati, essere formati e non competere.

“Descrive perfettamente la forza”

Qualche giorno fa, Kristina Timanovskaya ha pubblicato un post su Instagram in cui criticava la decisione del Comitato olimpico bielorusso di partecipare a una competizione senza chiederglielo.

READ  Informazioni: Zlatan contatta un ginecologo negli Stati Uniti

– La situazione descrive perfettamente come si esercita il potere nello sport bielorusso – Timanovskaya ha criticato un funzionario ed è stato sufficiente punirla. Agli atleti non è consentito esprimere in alcun modo le proprie opinioni politiche. Né sono autorizzati a mostrare il proprio sostegno ai colleghi che sono stati puniti per le loro opinioni politiche, afferma Nijnicaou.

Una registrazione è stata pubblicata online della conversazione in cui i funzionari sportivi bielorussi hanno cercato di convincere Timanovskaya a ritirarsi dalle Olimpiadi e tornare a casa immediatamente. La conversazione è durata 19 minuti e i funzionari hanno descritto la velocista olimpica come stupida e hanno detto che a causa del suo comportamento “le persone possono liberarsi del loro lavoro” e quindi deve tornare a casa. Le è stato chiesto di restituire le indennità che aveva guadagnato durante le Olimpiadi.

CIO decisivo

Il ministro degli Esteri polacco Marcin Przydać ha scritto su Twitter che Tymanovskaya “ha ottenuto un visto umanitario ed è libera di continuare la sua carriera sportiva in Polonia, se lo desidera”.

Ricevere asilo è una buona cosa, ma è necessario dare agli atleti uno status speciale e imparziale. Sarà un segno che gli atleti bielorussi d’élite non dipendono più dallo stato bielorusso e che ora hanno il diritto di scegliere da soli.

Anche la Federazione sportiva tedesca ha espresso il proprio sostegno alla Tamanovskaya e ha chiesto un’indagine dettagliata sull’incidente. Rehor Nizhnekau crede che il lavoro del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) sarà cruciale per gli atleti d’élite della Bielorussia.

Il Comitato Olimpico Internazionale può concedere lo status neutrale agli atleti bielorussi che non sono d’accordo con il governo bielorusso e porre fine alla schiavitù sportiva in Bielorussia. Anche le federazioni sportive e i paesi dell’UE possono sostenerli e fornire assistenza con formazione e finanziamenti, perché quelle porte saranno loro chiuse in Bielorussia, afferma Nizhnekaw.

READ  Fulmine pronto a sconfiggere gli uragani

– Ma se il CIO dovesse licenziare un ministro e imporre sanzioni, manderebbe il segnale che non c’è altra alternativa che restare calmi e allenarsi.