TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I tassi di interesse a lungo termine negli Stati Uniti sono diminuiti dopo il picco del prodotto interno lordo

I tassi di interesse a lungo termine negli Stati Uniti sono diminuiti dopo il picco del prodotto interno lordo

I rendimenti dei titoli di stato statunitensi sono scesi al limite inferiore dopo la chiusura del mercato svedese giovedì, mentre il dollaro viene scambiato pressoché invariato rispetto all’euro ma debole contro lo yen giapponese.

Precedentemente su Giovedì, i tassi di interesse statunitensi sono aumentati dopo i segnali di un’accelerazione della crescita, ma dopo un picco vicino all’1,69% intorno alla chiusura svedese, giovedì il tasso di interesse a dieci anni è gradualmente diminuito nel commercio statunitense.

Una prima stima di giovedì ha mostrato che il prodotto interno lordo degli Stati Uniti è aumentato del 6,4%, calcolato a un tasso annuo, durante il primo trimestre, il che significa che l’economia era solo l’1% al di sotto del suo picco dalla fine del 2019 alla fine del terzo trimestre.

La crescita è stata in gran parte guidata dal fatto che i controlli di stimolo inviati alle famiglie hanno portato a un forte aumento dei consumi delle famiglie nel primo trimestre. Tuttavia, il reddito disponibile è aumentato significativamente più dei consumi, lasciando spazio a una continua e robusta crescita dei consumi anche nel secondo trimestre.

Tuttavia, le statistiche sul PIL sono arrivate il giorno dopo che il presidente della Fed Jerome Powell ha chiarito che non era ancora il momento di discutere di una riduzione degli acquisti di obbligazioni (taper), e dopo l’iniziale aumento dei tassi di interesse sulla scia delle statistiche, il generale la valutazione era ancora quella, non abbastanza per convincere la Fed a cambiare idea nel prossimo futuro.

“Guardando il trading (giovedì), sembra che i mercati stessero cercando una scusa per vendere titoli di Stato prima di un possibile annuncio in futuro riguardo al tapering, che è qualcosa che attendono sempre più con ansia. Ieri non era quel giorno, ma ci saranno altre opportunità e ancora tendenza. I tassi di interesse sono fortemente inclinati verso l’alto “, ha scritto in una lettera al cliente Robert Carnell, responsabile dell’analisi presso ING.

READ  Ecco come Volvo Cars diventerà un'azienda di auto esclusivamente elettriche

L’agenda degli Stati Uniti questo pomeriggio Fornisce, tra le altre cose, i dati sul reddito e sui consumi privati ​​per marzo, alle 14.30, l’indice PMI di Chicago per aprile alle 15:45 e l’indice finale del Michigan per aprile, alle 16.00.

I mercati azionari asiatici sono scesi nella maggior parte dei posti finora venerdì. Sono stati ricevuti dati importanti, ma il sentimento dopo che le autorità cinesi hanno imposto restrizioni alle attività finanziarie di una serie di grandi aziende tecnologiche.

Gli analisti affermano il Wall Street Journal che le autorità vogliono rallentare lo sviluppo e l’utilizzo di applicazioni di pagamento e altre informazioni da parte delle aziende tecnologiche su centinaia di milioni di utenti.

Altri dati economici in arrivo venerdì indicano uno sviluppo misto ma ampiamente positivo nella più grande economia asiatica.

Funzionario PMI Cina Certo, è diminuito leggermente più del previsto ad aprile, il che è in parte spiegato dalla carenza di semiconduttori e dalle interruzioni nelle catene logistiche internazionali. D’altra parte, il corrispondente PMI manifatturiero Caixin è aumentato più del previsto ad aprile, raggiungendo un massimo annuale di 51,9 da 50,6 di marzo (previsto 50,8).

In Giappone, il PMI manifatturiero finale è salito a 53,6 in aprile, da 52,7 a marzo, un valore superiore al 53,3 preliminare. Il tasso di disoccupazione giapponese è sceso inaspettatamente al 2,6% a marzo dal 2,9% di febbraio. Tuttavia, il tasso di inflazione dell’indice dei prezzi al consumo nell’area di Tokyo è diminuito più del previsto ad aprile.

Il calendario europeo per i dati macro è relativamente completo venerdì, comprese le stime preliminari del PIL del primo trimestre dalla Francia alle 7.30, dalla Spagna alle 9.00, Germania e Italia alle 10.00 e l’intera area dell’euro alle 11.00.

READ  Jonas Ericsson infuria contro l'Iva: 'non professionale'

I dati preliminari dell’IPC per aprile arriveranno anche dalla Francia alle 8.45 e dall’Eurozona alle 11.