TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I piloti della SAS scioperano – 30.000 potrebbero essere colpiti

900 piloti della SAS hanno scioperato, nel bel mezzo di un’alta stagione infuocata e di una profonda crisi finanziaria per l’azienda. Entrambe le parti hanno lasciato il tavolo delle trattative e, secondo l’Istituto di mediazione, potrebbe volerci del tempo prima che vengano effettuati nuovi tentativi di mediazione.

I nostri mediatori continuano a essere nominati, ma è normale che i mediatori non prendano alcuna iniziativa una volta scoppiato un conflitto, afferma Per Ewaldson, consigliere generale dell’Istituto di mediazione.

Solo “tra un paio di giorni” ritiene che nuovi tentativi di mediazione possano verificarsi se le parti non prendono iniziative proprie.

– Stai negoziando ora dal 10 giugno, inizialmente intensamente tutti i giorni, e si scopre che non sei arrivato. È perfettamente normale fare una breve pausa, dice Ewaldson.

Aggiunge che è prassi normale che i mediatori aspettino alcuni giorni prima di stabilire nuovi contatti, a meno che le parti stesse non prendano l’iniziativa.

L'Associazione dei piloti svedesi Martin Lindgren dopo l'annuncio dello sciopero.

L’Associazione dei piloti svedesi Martin Lindgren dopo l’annuncio dello sciopero.

Foto: Chris Anderson/TT

Valutazione della compagnia aerea È che fino a 250 partono e 30.000 passeggeri sono colpiti ogni giorno dallo sciopero. Né SAS né l’associazione pilota hanno commentato se intende riprendere le trattative.

– Non pensiamo che sceglieremmo questo senza che SAS ci costringa, ha detto a TT Martin Lindgren, capo della divisione SAS dell’Unione dei piloti svedesi, poco dopo l’annuncio dello sciopero.

Il CEO Anko van der Werf non ha rilasciato interviste lunedì. Ma mentre tornava da Näringslivets hus a Stoccolma, dove si sono svolti i negoziati, ha descritto lo sciopero come “una pessima notizia”.

– Ci ha distrutti, ha detto secondo TT e poi si è chiesto:

– Quello che abbiamo qui è la cultura dello sciopero. Questo è il sesto sciopero negli ultimi dodici anni. Come riusciremo a trovare investitori se continua così?

Anko van der Werve, Presidente e CEO di SAS, ha annunciato che i piloti di SAS sarebbero in sciopero poiché le due parti non sono riuscite a raggiungere un accordo lunedì.

Anko van der Werve, Presidente e CEO di SAS, ha annunciato che i piloti di SAS sarebbero in sciopero poiché le due parti non sono riuscite a raggiungere un accordo lunedì.

Foto: Chris Anderson/TT

Il tempo è scaduto per lui prospettiva profonda. Quasi sei mesi fa è decollato il progetto di salvataggio “SAS Forward”. Implica una riduzione significativa dei costi dell’azienda, la riduzione del debito negoziando con i finanziatori e la ristrutturazione dell’attività per poter attrarre nuovi investitori.

L’analista norvegese Hans Jørgen Elnæs ritiene che ciò riduca l’interesse di investitori e prestatori nell’aiuto.

– Questo è lo scenario peggiore per SAS, dice.

In precedenza era stato ipotizzato che la SAS avesse preparato il cosiddetto “Capitolo 11”, dopo che l’Airmen’s Association of Sweden aveva annunciato che la SAS era in contatto con avvocati statunitensi. È un tipo di riorganizzazione sotto la giurisdizione degli Stati Uniti in cui i debiti vengono rinegoziati per evitare il fallimento.

Secondo Hans-Jürgen Elnes Un tale piano, se del caso, può essere implementato presto.

– In questo caso diventa chiaro molto rapidamente, dice e continua:

– Ci sono molte compagnie aeree che lo hanno già fatto e la maggior parte di loro ne è uscita in modo positivo. Tuttavia, per SAS, sarebbe stato meglio se avessero potuto farlo senza essere soggetti a gestione legale. Ci si aspetta che i finanziatori ottengano un affare molto peggiore nel Capitolo 11.

Secondo la sintesi dell’Istituto di mediazione, l’ultimo sciopero del 2019 è costato tra i 60 e gli 80 milioni di corone svedesi al giorno. Hans Jørgen Elnæs non pensa che i costi siano il colpo più grande per la SAS quando i piloti entrano in sciopero.

Le entrate dei biglietti diminuiranno, ma in questo modo eviti i costi operativi come carburante e personale, quindi l’importo sarà probabilmente basso. L’effetto a lungo termine, dice, è il peggiore, fiducia nel mercato, nel marchio, ecc.

Per saperne di più: Il parcheggio chiuso colpisce i viaggiatori

Leggi di più: Questo vale per te come viaggiatore

READ  In che modo la società affronta l'inflazione elevata?