TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bröderna försvann – med 30 miljarder i bitcoin

I fratelli sono scomparsi – Con 30 miliardi di bitcoin

Due fratelli in Sudafrica – con 30 miliardi di corone svedesi equivalenti in bitcoin – sono scomparsi dalla loro piattaforma di investimento in criptovalute.

I primi segni di problemi all’AfriCrypt sudafricano sono apparsi ad aprile, quindi Amir Kage, che è il fratello maggiore e CEO di AfriCrypt, ha detto ai suoi clienti che l’azienda era stata attaccata dagli hacker. Ha chiesto loro di non condividere informazioni con avvocati o autorità, poiché ciò potrebbe complicare il processo di recupero dei fondi persi. scrive Bloomberg.

“pesce subito”

Erano circa 69.000 bitcoin, che valevano circa $ 4 miliardi al picco di bitcoin ad aprile e $ 3,6 miliardi quando i fratelli sono scomparsi. Ciò equivale a 30 miliardi di corone svedesi. Con il prezzo attuale del bitcoin, il valore è di 19,4 miliardi di corone svedesi.

Gli investitori scettici, tuttavia, hanno legato direttamente gli avvocati di Hanekom a Cape Town.

“Abbiamo immediatamente sospettato che l’annuncio portasse gli investitori a non intraprendere azioni legali. I dipendenti di Africanrypt hanno perso l’accesso alle piattaforme di back-end sette giorni prima del presunto hack”, gli avvocati di Hanekom hanno risposto alle domande via e-mail a Bloomberg.

direttamente in segreteria

Lo studio legale ha tentato di rintracciare i fondi e ha scoperto che i beni di Africribe erano stati trasferiti dal Sudafrica, passati attraverso focene, miscelatori e altri grandi pool di bitcoin, rendendo i fondi più o meno irrintracciabili. Allo stesso tempo, le chiamate sono state inviate al telefono cellulare dell’amministratore delegato dell’azienda, Amir Kaji, e al suo fratellino di 20 anni. Presidente, direttamente alla segreteria.

Tutti i bitcoin sono spariti in Afrikbit, insieme ai proprietari dell’azienda.

Mercato non regolamentato in Sudafrica

La South African Financial Sector Conduct Authority sta indagando su Africrypt, ma attualmente le è vietato condurre un’indagine formale perché le criptovalute non sono legalmente considerate prodotti finanziari in Sudafrica, secondo il regolatore. Brandon Topham. Bloomberg ha scritto che la polizia non ha ancora risposto a una richiesta di commento.

READ  Il lavoro di Stefan Löfven è completamente fallito

A gennaio, il valore giornaliero del trading di criptovalute nel paese ha superato i 2 miliardi di rand sudafricani (1,19 miliardi di corone svedesi) mentre il mercato delle criptovalute è in gran parte non regolamentato in Sudafrica.

Leggi di più: Preoccupazioni per “l’inverno delle criptovalute” – Bitcoin nel fuoco incrociato