TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli italiani non usano banconote e monete

Cosa spinge gli italiani conservatori a voltare le spalle a banconote e monete?

La pandemia di Corona è la risposta.

Mentre sempre più aziende svedesi dicono no alle critiche, l’Italia e gli italiani avevano una visione diversa. La stampa mattutina viene pagata con monete e quando arriva il conto del ristorante la sera, vengono applicate le banconote in euro.

Tuttavia, qualcosa sta per succedere e girare intorno. La pandemia di Corona, in cui l’Italia è stato uno dei Paesi più colpiti in Europa, fa sì che i residenti del Paese siano ora sempre più titubanti su banconote e monete.

un vantaggio

Abbiamo assistito a un aumento dei pagamenti digitali durante il lockdown. “Penso che si tratti principalmente di persone che non vogliono avere a che fare con banconote e monete”, ha detto a Reuters la farmacista Cinzia de Siena.

Ho parlato con la mia banca dell’installazione di un distributore di carte per un numero crescente di persone che ora vogliono pagare con una carta, dice Antonio Juliano, 80 anni, che gestisce un bar a Roma da 44 anni.

Una pescheria di Roma dice di aver già preso la decisione perché il numero di clienti che pagano con carta è triplicato.

Uno studio pubblicato di recente, tra gli altri, dalla società di ricerche di mercato Nomisma e Ipsos ha mostrato che inoltre il 31 per cento degli italiani ha effettuato acquisti online durante la pandemia, una cifra paragonabile al 18 per cento in Germania e al 16 nel Regno Unito.

READ  L'Italia è salvata dai vincitori

Può partecipare alla lotteria

È inoltre incoraggiato l’uso di carte di debito al posto dei contanti dello Stato. Si stima che 109 miliardi di euro di gettito fiscale scompariranno ogni anno, e quindi le soluzioni di pagamento digitale costituiranno una vera aggiunta alla tesoreria.

Per incoraggiarne l’utilizzo, il governo e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte hanno avviato una serie di iniziative, tra cui dal 1° dicembre una forma di pagamento del dieci per cento fino all’equivalente di 30.000 corone sui pagamenti effettuati con carte di debito. Inoltre, 100.000 persone che effettuano il maggior numero di pagamenti con carta in un periodo di sei mesi avranno l’opportunità di ottenere un rimborso di 30.000 SEK. Ma ciò che potrebbe attrarre ancora di più è l’opportunità di partecipare alla lotteria statale con 50 milioni di euro di montepremi totale, aperta solo ai titolari di carta.