TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Eppa Anderson sulla rivolta dopo il combattimento a SVT: “Siate le mie parole oneste”

Dopo pochi minuti, Eppa Anderson esce con rapidi passi sulla terrazza assolata.

– Scusate! Sono rimasto bloccato con alcuni norvegesi che avevano troppo di cui parlare – è stato molto tempo fa, dice.

Non è strano che le persone in Norvegia mostrino più interesse per Eppa Anderson nella prossima stagione. Nel giro di poche stagioni, il super talento di Sollefteå è cresciuto rapidamente fino a diventare una delle migliori pattinatrici di cross country al mondo da parte femminile.

Sul palco dopo i Mondiali. Eppa Anderson ha vinto la sua prima Coppa del Mondo individuale la scorsa stagione.

Che cos’era allora?

Ebbene, tutte le dichiarazioni parlano la stessa lingua: Eppa Anderson non è mai stato più adatto per una stagione.

È vero?

– Sì, personalmente la penso così. Da allora ho confermato in vari modi che potrei aver spostato leggermente la mia posizione verso l’alto.

Poi Eppa Anderson aggiunge velocemente:

– Ma questo non significa che dovrebbe essere così una volta iniziata la stagione agonistica. Anche questo sono la cosa più umile!

Eppa Anderson: “Med Merda”

Siamo sul posto in Val Senales, Italia. La mattinata è stata trascorsa sul ghiacciaio, in attesa dello skipass a valle dopo il colloquio.

Questo è il secondo campo di caduta in alta quota della squadra nazionale nell’ambito dei preparativi per i Giochi olimpici a 1.800 metri di altitudine a Pechino.

Il primo – nel font francese Romeo – si è concluso bruscamente per Eppa Anderson. Poche settimane dopo, ora descrive quello che è successo come un “piccolo urto sulla strada”.

Più precisamente: Ebba, Charlotte Kalla, Emma Ribom e Moa Lundgren sono state tutte infettate dal parassita Cryptosporodium – noto anche come “Parassita dell’orroreDalla chiusura di Oystersund nel 2010, 27.000 persone sono state colpite dall’acqua potabile.

READ  Il centrocampista della nazionale che si qualifica ai Mondiali chiude la sua carriera

Quanto stai peggio adesso?

– Ovviamente mi sono sentito una merda, dice Eppa Anderson.

Poi lei continua:

– Ma fortunatamente sono riuscito a riprendermi velocemente a casa. Ho cercato di avere un po’ di ghiaccio nello stomaco, non troppo ansioso di tornare. Ora mi sento come se potessi sedermi di nuovo molto tranquillamente sulla barca.

– Ma… è un piccolo processo.

* * *

La stagione 2020-2021 è stata la migliore di sempre nella vita di Eppa Anderson. Prima di allora, aveva due grandi obiettivi: ??

io La sua prima medaglia individuale ai Mondiali.

io La sua prima vittoria individuale in un Mondiale.

Sono stati raggiunti due obiettivi, a pieni voti. Eppa Anderson ha portato a casa due medaglie individuali dal Mondiale di Oberstdorf. Inoltre, è diventato il primo svedese a comparire sul palco della Coppa del mondo in 33 (!) anni.

Doppie medaglie. Eppa Anderson con il suo bronzo Oberstorf.

Foto: Johanna Lundberg / Bildbiren

I successi hanno reso Ebba Andersson un profilo ovvio nella serie di documentari di SVT “When the Best Comes”, che descrive la scorsa stagione con la squadra nazionale di sci.

Non ultimo nella seconda sezione.

– Ah, tu dici “Rabaldret i Ruka” e Eppa Anderson sorride.

Si riferisce a una serie di documentari girati dopo la finale della caccia al weekend della prima mondiale della Coppa del Mondo a Ruga, in Finlandia.

Poco prima del traguardo, diversi sciatori si sono dati battaglia per i primi posti, tra cui quattro svedesi: Eppa Anderson, Lynn Swann, Frida Carlson e Maja Tolkwist.

L’esplosione di Eppa: “Dannazione male”

Nelle interviste successive, Lynn Swan ha affermato che la causa dell’incidente è stata Eppa Anderson, a cui Anderson ha reagito con forza. Il documentario mostra Eppa Anderson che arriva all’area del muro e rivela la sua nuda frustrazione all’allenatore Stephen Thompson:

READ  Aviva venderà le attività italiane e ripagherà 800 milioni di dollari di debiti

Sono molto deluso dai miei compagni di squadra. No, non posso nemmeno chiamarli amici. Lo faccio da solo senza un pugno per farlo. Sono io quello che deve essere infastidito perché sto per cadere. “

Sottolineato anche da Lynn Swann:

Non dovresti farlo. Non importa quanto tu sia arrabbiato, lo prendi internamente. Penso che questo sia un peccato. “

In connessione con la trasmissione dell’episodio, c’erano titoli sulle parole di Eppa Anderson oltre i confini della Svezia.

Che reazioni hai avuto dopo il programma?

– Ci devo pensare, che Eppa Anderson sta zitto per un secondo.

Il 24enne poi dice:

– No, direi che è solo positivo. Qualsiasi tempesta di odio non mi ha ancora raggiunto comunque.

Bello.

– Hmmm, ma penso che le persone siano più ricettive a vedere l’intera immagine. Guarda cosa succede al termine della normale trasmissione. Quindi vedono un quadro corretto di come è tutto, senza sfaccettature.

Quindi, guardando indietro, è stato bello non sapere in Ruga che un milione di persone avrebbe sentito le tue parole?

– (Risata) I nomi mi stanno ancora per tutto ciò che viene detto nel documentario. Le mie parole oneste basate sulla situazione che si è verificata qua e là.


Per saperne di più: Tutto quello che c’è da sapere sui Mondiali 2021-2022


TV: la rabbia di Eppa Anderson contro i compagni