TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Entro due anni potrebbe arrivare un vaccino antinfluenzale universale

Un nuovo vaccino sperimentale, basato sullo stesso tipo di tecnologia mRNA utilizzata nello sviluppo del vaccino covid, si è dimostrato efficace nel proteggere topi e roditori dall’influenza grave. Ora apre la strada ai test sull’uomo, che Guardiano rapporti.

La cosa grandiosa di questo vaccino è che può fornire una protezione completa per gli esseri umani contro l’influenza.

John Oxford, un neurologo della Queen Mary University di Londra che non è stato coinvolto nel lavoro, afferma che un vaccino potrebbe essere pronto per l’uso entro l’inverno del 2024.

– Non posso sottolineare abbastanza cos’è un hack. C’è un enorme potenziale e penso che a volte sottovalutiamo questi virus respiratori”, ha detto John Oxford a BBC Radio 4 Today, secondo il Guardian.

Progettato per proteggere da più tipi di influenza

Oggi è possibile vaccinarsi con i cosiddetti vaccini contro l’influenza stagionale, che proteggono fino a quattro diversi ceppi del virus. I vaccini contro l’influenza stagionale vengono aggiornati ogni anno per garantire che funzionino con specifici virus influenzali circolanti.

Il nuovo vaccino è progettato per innescare il sistema immunitario contro tutti i 20 sottotipi di influenza A e B, che i ricercatori sperano significhi che le persone saranno meglio attrezzate per affrontare qualsiasi virus influenzale emergerà.

Può prevenire una grave pandemia influenzale

Il lavoro sullo sviluppo di un vaccino antinfluenzale universale va avanti da più di un decennio. L’ultima scoperta è stata pubblicata anche sulla rivista medica ScienzeÈ visto come un passo importante verso la protezione delle persone da una pandemia influenzale potenzialmente devastante.

L’ultima volta che il mondo ha avuto una pandemia influenzale è stato quando l’influenza suina si è diffusa in tutto il mondo nel 2009. Questa particolare epidemia si è rivelata molto meno mortale di quanto molti avessero temuto, ma nel 1918 si è diffuso un altro virus influenzale noto come influenza spagnola e ha preso piede, il che ha portato alla morte di oltre 50 milioni di persone.

READ  Due casi di morbillo a Göteborg

Leggi anche: L’ex capo dell’Organizzazione mondiale della sanità ritiene che si stia facendo poco per fermare la prossima pandemia

Leggi anche: Il Covid-19 sta superando l’influenza spagnola negli Stati Uniti

Leggi anche: 500 giorni Corona: ecco quanto sono durate altre epidemie

Vuoi saperne di più su come GP lavora con un buon giornalismo? Leggi il nostro codice etico quaggiù.