TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Chief Medical Officer: Questo è quanto spesso dovresti almeno svuotare le viscere

Lo facciamo da quando siamo neonati: svuotare l’intestino per liberarci della massa bruna di residui di cibo non digerito, secrezioni intestinali, acqua e batteri che chiamiamo feci – in breve: feci.

Ma quante volte è davvero normale andare in bagno? Ci sono particolari segnali di allarme a cui prestare attenzione? E puoi fare qualcosa di concreto da solo per rendere più facile andare in bagno?

Lo abbiamo chiesto a Kristian Ludberg Hvass, Medico Senior presso il Dipartimento di Epatologia, Gastroenterologia e Gastroenterologia dell’Ospedale Universitario di Aarhus in Danimarca e Professore Associato Clinico presso il Dipartimento di Medicina Clinica dell’Università di Aarhus.

Ha studiato batteri intestinali e malattie intestinali per 20 anni e ha una vasta conoscenza dell’organo altamente complesso e di come prendersene cura al meglio, ad esempio attraverso la dieta.

Spiega che la normale funzione intestinale è un concetto ampio che è sorprendentemente difficile da descrivere in termini semplici. Tuttavia, può dare un’indicazione generale sulla frequenza con cui normalmente un adulto dovrebbe avere un movimento intestinale, poiché secondo lui è un argomento che dovrebbe essere discusso più in generale.

“La maggior parte delle persone sarebbe d’accordo sul fatto che i bambini dovrebbero ricevere l’educazione sessuale a scuola, ma sapere che il tuo corpo include anche la funzione intestinale. Molte persone pensano di essere gli unici ad avere problemi intestinali, o che sono gli unici ad avere difficoltà ad andare in pubblico servizi igienici: dobbiamo parlare di più di cosa sia uno stomaco normale”, afferma.

Guarda l’aspetto e la sensazione

Secondo lui, gli adulti di solito defecano una o due volte al giorno, almeno tre volte alla settimana e tre volte al giorno al massimo. Allo stesso tempo, ovviamente, non importa quale sia la consistenza delle feci.

Qui fa riferimento a un manuale medico ben utilizzato che divide le feci in sette diverse categorie: la cosiddetta scala di Bristol, dove le feci dovrebbero idealmente essere di classe 3 o 4. Ciò significa che dovrebbero essere a forma di salsiccia con crepe. all’esterno o sotto forma di salsiccia morbida ed elastica.

In caso di emergenza, la consistenza può essere compresa tra le classi 2 e 5, a condizione che non vi sia sangue nella pelvi e nessun dolore, nausea, vomito o ritenzione di gas.

Fai attenzione a questi segnali di pericolo

Se le tue feci o il tuo schema delle feci deviano dal normale, è sempre importante considerare se la causa potrebbe essere una malattia, spiega Christian Ludberg-Hvass.

Ludberg-Havas e colleghi fanno affidamento su una serie di sintomi premonitori. Secondo lui, se si verifica uno di questi, dovresti sempre consultare un medico:

  • La comparsa di diarrea o stitichezza persistente e persistente.
  • sangue nelle feci
  • feci notturne
  • Perdita di peso.

Allo stesso tempo, sottolinea, è possibile sperimentare irritanti dolori allo stomaco e all’intestino senza ammalarsi gravemente, tuttavia è sempre utile chiarirlo in una fase iniziale.

Questo è il modo migliore per prendersi cura del proprio stomaco

Christian Ludberg Hvass ha anche alcuni consigli generali su come prendersi cura del proprio intestino per tutta la vita e rendere più facili le visite in bagno.

Ad esempio, è importante pensare a ciò che mangi. Gli studi dimostrano che è una buona idea seguire le 7 linee guida dietetiche ufficiali per le persone senza celiachia e altri problemi intestinali. Ciò significa, ad esempio, che dovresti mangiare molti legumi, frutta e verdura ed evitare lo zucchero.

Tuttavia, una dieta ricca di fibre può significare avere più aria nello stomaco e più volume di feci, ma non è necessariamente una cosa negativa.

“Benvenuti alle feci più voluminose che provengono dal consumo di elevate quantità di fibre alimentari. Gli studi hanno dimostrato che riduce il rischio di cancro al colon fino al 50 percento”, afferma Christian Ludberg-Hvass.

Il modo più semplice per sbarazzarsi delle feci

Ha anche alcuni consigli su come visitare il bagno stesso. Di grande importanza è come posizioni il tuo corpo per aiutare le feci a lasciare il retto nel modo migliore.

L’altezza ideale del water, se il lavandino è sufficientemente inclinato e il retto è canalizzato, è di 30-40 cm dal pavimento, cioè molto basso. Ma non tutti i sedili del water sono costruiti in questo modo.

“Molti dei vecchi water – soprattutto nelle case degli anni ’50 e ’60 – stanno a circa 50 cm dal pavimento, il che non si adatta all’anatomia del bacino. Allora potrebbe essere una buona idea mettere i piedi su uno sgabello in modo che l’angolo del bacino cambi”, spiega.

Inoltre, secondo Christian Ludberg-Hvass, è importante anche l’atmosfera nella stanza in cui utilizzerai il bagno.

“Assicurati che sia tranquillo e sicuro intorno a te e che la temperatura sia giusta. Sentiti libero di chiudere a chiave la porta, spesso per il tuo bene”, dice.

READ  Evita prurito ed eczema quest'estate