TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

DN Direkt – Trump rompe il silenzio su Navalny – e non menziona Putin

Ieri 13:44

Aggiornato ieri alle 13:48

Parigi. Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange, 52 anni, tornerà in tribunale nel Regno Unito martedì. I giudici dell'Alta Corte di Londra (l'equivalente della Corte d'Appello) devono decidere se Assange ha diritto a un nuovo processo – che sua moglie, Stella Assange, descrive come l'ultima possibilità nel sistema legale britannico.

– Se Julian verrà rilasciato, morirà, ha detto a Reuters.

Dall’aprile 2019, Assange si trova nel carcere britannico di massima sicurezza di Belmarsh, dopo essersi nascosto per sette anni nell’ambasciata ecuadoriana a Londra. La sua salute mentale ha messo a dura prova e nel gennaio 2019 un giudice ha bloccato la sua estradizione negli Stati Uniti a causa del rischio di suicidio.

Dopo l'appello, la parola è stata modificata, dopo che le autorità americane hanno confermato che Assange sarebbe stato trattato bene. Se una nuova udienza di estradizione verrà rifiutata, gli avvocati di Assange dovrebbero tentare di appellarsi alla Corte europea dei diritti dell'uomo.

Negli Stati Uniti il ​​fondatore di WikiLeaks rischia la reclusione fino a 175 anni con l'accusa, tra l'altro, di spionaggio. Le 18 accuse contro di lui riguardano la pubblicazione di materiale riservato relativo, tra l'altro, alle operazioni militari statunitensi in Iraq.

READ  L'Ucraina nell'Unione europea diventa il dito medio di Putin