TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Deluso a Elfsborg dopo Miss Europa: “Pesante brutalità

L’anno scorso, l’IF Elfsborg ha raggiunto gli ottavi di finale di Europa Conference League, con l’olandese Feyenoord che si è rivelato molto difficile. Quest’anno l’avventura europea si era già conclusa al secondo turno di qualificazione quando l’avversario era il norvegese Molde FK.

L’incontro in trasferta si è concluso con una pesante sconfitta per 1-4, ma nella rivincita di giovedì, l’Elfsburg era in vantaggio per 1-0 e ha ridotto il totale.

– Penso che abbiamo iniziato bene. Abbiamo creato un sito in Norvegia, il che significa che sappiamo cosa c’è nel piatto. Eravamo a tre gol dai supplementari, ma parlavamo di pazienza. Johan Larsson dice che è difficile segnare tre gol in una volta.

È stato Michael Baidu ad aprire le marcature al 40′.

– Sapevamo che ci sarebbe voluto davvero poco per arrivare secondi. Siamo vicinissimi al 2-0 alla fine del primo tempo con un colpo di testa di ‘Pira’ (Alexander Bernhardsson). Ora è 1-0 nel primo tempo e penso che abbiamo avuto un buon feeling nello spogliatoio. Volevamo mantenere la pazienza e cercare di andare avanti, ha proseguito il capitano.

All’inizio del secondo tempo, la squadra ospite ha pareggiato 1-1 e il punteggio totale è stato improvvisamente di 2-5.

– Poi uccidi un po’ la partita, poi sappiamo che ci sono altri tre gol. Sono stati 30 minuti in cui abbiamo dovuto segnare tre gol. Niente è impossibile, ma come ho detto, dobbiamo lavorare sodo per raggiungere i nostri obiettivi. È stato un po’ complicato.

All’83’ anche Molde era in vantaggio per 2-1, finendo anche il match.

READ  Cam di Rögle e Chris Abbott sono legati a una carriera nel club NHL San Jose Sharks

– Questa è la fase in cui ci troviamo ora. Larson dice che sembra che dobbiamo lavorare sodo per raggiungere i nostri obiettivi, mentre gli avversari non hanno bisogno di lavorare così duramente per avere la palla nel nostro canestro.

Il manager dell’Elfsburg Stefan Andersson è rimasto particolarmente deluso dopo l’uscita:

– Non va affatto bene. Abbiamo lasciato l’Europa, quindi è brutalmente pesante. È importante per tutti. Essere in Europa è la cosa. Non si sono arresi, ma ora ci siamo e ora siamo fuori, dice il manager del club.

– Ovviamente sarai depresso per qualche ora.

È la perdita sportiva o finanziaria che fa più male?
– No no. Non finanziario. È uno sport per giocatori e per l’associazione, è quello che vuoi fare. Ma devi essere fluente alla lotteria. Non l’avevamo. E Anderson conclude che il Molde è forse la migliore squadra della Scandinavia oggi.