TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Delirium Tuesday” – Vai all’inferno

Questo è il testo del commento. Analisi e atteggiamenti dello scrittore.

L’Italia quindi? Caffè quando voglio. Fine settimana lunghi.

Parole sognanti si accumulano sui manifesti pubblicitari della metropolitana di Stoccolma. Il mittente desidera annunciare che attraverso di loro i disoccupati possono fatturare in modo economico e semplice, in modo che tu possa ricevere “Sovmorgooon”.

Chi stanno cercando di ingannare, così in tempi in cui sempre più persone rischiano di perdere il lavoro?

Negli ultimi venticinque anni ho lavorato con persone che non hanno un lavoro fisso. Per dieci anni sono stato manager di una cinquantina di liberi professionisti. Conosco questa faccenda, con le persone che fanno i conti. Molti vivono alla giornata, con la costante preoccupazione assillante di non poter pagare i conti. Lavorano costantemente e non possono mai dire di no a nulla.

Difficilmente, come afferma l’inserzionista, descrivono la loro situazione lavorativa come una “responsabilità senza un capo” o un “rave del martedì”.

Poche cose sono provocatorie Come quando affronti il ​​romanticismo con l’insicurezza finanziaria degli altri.

Chiunque ricordi gli anni ’90 ricorderà sicuramente il mantra che è stato inserito, che “i giovani in realtà non vogliono un lavoro fisso”. Vogliono potersi muovere tra diversi datori di lavoro, provare cose nuove e “avere la libertà di fare quello che vogliono”.

Libertà di non poter ottenere un mutuo per la casa. La libertà di non poter parlare di dove sei un fan in questo momento. La libertà in assenza di un reddito stabile pone le basi per un’assicurazione sanitaria, un assegno parentale e una pensione abbastanza ragionevoli.

READ  Hemköp nomina un nuovo Operations Manager di Mestergruppen

È come se un lavoro a tempo indeterminato conservasse una persona per tutta la vita. Come se il lavoro quotidiano fosse un’opportunità di autorealizzazione.

Un’altra idea con cui la squadra azzurra gioca da molto tempo è stata la necessità di stipendi giovanili fino a 26 anni, perché fino ad allora “non si fanno così grosse spese”.

Quando avevo 26 anni, ero single Una madre con un bambino di tre anni.

Negli anni ’90 è stata abolita la politica attiva del mercato del lavoro. L’occupazione permanente è stata vista come un ostacolo alla crescita e allo sviluppo (leggi: liberalismo di mercato senza restrizioni). Le persone erano costrette a diventare proletari con le note delle tasse. Nel 2015, il dizionario svedese ha avuto un nuovo splendore: il reclutamento tramite SMS.

“Martedì delirio”. Vai all’inferno.

Certo, chi non ha un lavoro a tempo indeterminato può avere una certa libertà, come dormire in casa e poter lavorare da casa, ma dopo la pandemia anche gran parte della classe media che ha un lavoro a tempo indeterminato deve lavorare dal divano e dal letto due giorni alla settimana. Libertà che molti hanno scelto a costo di un reddito scarso, altri hanno ottenuto la libertà attraverso un virus globale.

Ci sono servizi di fatturazione più o meno costosi, gli inserzionisti hanno ragione su questo, ma nessuno di questi è così economico da farti sentire “Ahhhchill”.

il peggio èche coloro che affiggono quei dannati cartelloni pubblicitari appartengano essi stessi alla classe dei precari della fatturazione.

L’Italia quindi? Caffè quando voglio. Non la penso così.