TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Covid di lunga data – critica la decisione: “il paziente non è al sicuro”

La scorsa primavera è stata aperta a Karolinska, Solna, una clinica per pazienti affetti da COVID-19 di vecchia data. In autunno, la reception è stata incaricata di seguire tutti i pazienti in condizioni critiche ammessi a causa del Coronavirus, ha scritto La Cartdingen.

Senza un mandato formale del distretto, l’accoglienza ha ricevuto anche pazienti che non avevano ricevuto cure ospedaliere ma che presentavano sintomi che sono durati più di dodici settimane, riducendo la loro capacità di funzionare almeno al 50%.

Ma l’accoglienza non è stata sufficiente per tutti i pazienti e in autunno hanno richiesto maggiori risorse e referti SVT Nyheter Stoccolma.

Non sarebbe così. Invece, il Dipartimento di Medicare e Medicaid ha deciso di non indirizzare i pazienti delle cure primarie a Karolska Solna. Södersjukhuset e Danderyd inizieranno a ricevere i pazienti e una clinica dello stesso tipo di Solna sarà costruita a Karolinska a Huddinge.

Michael Ranold, l’ufficiale medico capo della Karolinska di Solna, critica la mossa.

immagine: SVT Nyheter Stoccolma

“Il paziente non è al sicuro”

Michael Ranold, capo medico presso Karolinska a Solna, racconta a SVT Nyheter della sua delusione per la notizia.

La pazienza non è sicura per farlo ora nel bel mezzo della terza ondata di pandemia. Dice che è già tutto qui.

Judith Brushfield, capo medico e specialista in malattie infettive, è d’accordo.

Il suo suggerimento nella fase pandemica non è correlato a … niente, davvero. È oltraggioso. Ha detto a Läkartidningen che è contro ogni prova, conoscenza e ricerca.

Secondo SVT Nyheter, il motivo del cambiamento è dovuto a una decisione politica secondo cui i due ospedali Karolinska avranno orientamenti diversi; A Huddinge dovrebbe essere fornita assistenza specialistica contro le infezioni.

READ  Questa potrebbe essere la causa degli effetti collaterali del vaccino Astra Zeneca

Lena Hanberg, Head of Specialized Care presso il Dipartimento di Medicare e Medicare, dice a SVT che questo passaggio verrà eseguito solo dopo essersi assicurati che possa essere eseguito in sicurezza.

Leggi di più: Esperti: potrebbero essere infettati dal virus a lungo termine
Leggi di più: Sono malati da un anno: i misteri a lungo termine del Coronavirus
Faccio fatica con un COVID-19 a lungo termine: “Ho cambiato tutta la mia vita per tutti i tempi a venire”.