TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Controverso calcio di rigore dietro la quarta sconfitta consecutiva del Djurgarden: Sunny

Djurgorden cadde in una crisi e subì quattro sconfitte. Dopo un buon primo tempo contro Rogel, la squadra di Stoccolma è crollata all’inizio del secondo tempo e dopo 22 secondi Adam Tamblini è riuscito a segnare 1-0.

– Nel secondo tempo siamo usciti in una situazione di quattro contro quattro prima di giocare duro. Girato il gioco. Abbiamo commesso un errore e ottenuto due gol contro uno (1-0), un contropiede e un rigore (2-0), quindi li abbiamo aiutati a raggiungere tutti i gol che hanno segnato, afferma l’allenatore del Djurgarden Barry Smith dopo il 4-1 perdita.

Dopo Djurgårdsslarv, Marcus Högström hill ha allungato una gamba e ha lasciato cadere l’attaccante del Rögle Dennis Everberg, che ha preso il rigore e ha segnato con il punteggio di 2-0.

– Pensavo che andassero insieme come giocatori. Non è stato un arresto premeditato o altro e non lo definirei una punizione, ma quella era la mia squadra. Questo era un grande obiettivo. Obiettivo vincente, no? dice Barry Smith.

Dennis Everberg ha un’opinione diversa sulla situazione.

– Gli ho battuto il piede. Non c’è davvero niente di cui parlare, dice Everberg.

– Lui (Högström) mente e si stende sul ghiaccio e mi porta giù. Questo non è davvero strano. è chiaro.

Denis Everberg si è preso cura del rigore e ha segnato il suo terzo gol della stagione con un rovescio alle spalle del portiere del Djurgards Mantas Armales.

L’ho fatto congelare un po’ e l’ho tirato su, dice Everberg.

Voleva davvero mettere giù quella punizione.

– Se hai una possibilità, la vuoi cogliere. Non c’era nessuna anomalia.

Per saperne di più: Oak: Il tempo di Djurgorden sta per scadere – le perdite a Hooft sono pungenti

READ  Espulso dopo 11 minuti: "Ho messo in difficoltà la squadra"

Everberg aveva solo bisogno di una conferma dall’allenatore del Rögle Cam Abbott.

– Abbiamo avuto un contatto visivo. Se Cam avesse voluto qualcun altro, per me sarebbe andato bene. Se ne hai la possibilità, vorrai coglierla.

Djurgarden ha ora quattro sconfitte di fila.

– Abbiamo provato a rientrare nel terzo tempo e giocare con tre unità e ottenere più energia, ma non siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo. Quella era la partita, dice Barry Smith.

Non vinci tutte le partite di hockey e non vuoi perderne più di due di fila. C’erano alcune partite che avremmo potuto vincere, dato che era una partita 1-1 a Lexand dopo due giri e abbiamo giocato molto bene a Fakshaw e non abbiamo ottenuto punti. Stasera abbiamo perso la partita nel secondo tempo.

Gli allenatori Cam Abbott, Rogel e Barry Smith, Djurgården, alla conferenza stampa a Hooft. Foto: Mattias Ek / HockeyNews.se.

Non è d’accordo che ci sarà una crisi a Djurgorden.

La crisi che stiamo attraversando è che dobbiamo vincere la partita. È una lunga stagione.

Djurgården è finito in frequenti battute d’arresto nelle partite.

Da cosa dipendi?

– Se riesco a trovare una risposta, la aggiusterò. O non abbiamo fiducia in noi stessi, siamo un po’ deboli, quindi quando permettiamo un obiettivo, arriva anche il successivo.

Ha qualcosa a che fare con il sistema di gioco?

L’hockey è l’hockey, quindi non riguarda il sistema, davvero. Abbiamo fatto in modo che la squadra pattinasse di più nel mezzo e tornasse al modo in cui la squadra gioca normalmente.

Ciò significa un controllo più diretto rispetto a prima all’inizio della stagione.