TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Controlli SVT: qui la nave da guerra russa è stata attaccata

Controlli SVT: qui la nave da guerra russa è stata attaccata

Solo due settimane fa, l’Ucraina ha affondato la nave da guerra russa Ivanovets.

Secondo l'analisi del quotidiano russo indipendente The Insider, quello di ieri è stato il ventisettesimo attacco contro la marina russa dall'invasione globale. Gli attacchi provocarono il danneggiamento di 25 navi, di cui 13 completamente distrutte.

– Prima della guerra, la flotta russa del Mar Nero era composta da circa 74 navi da guerra. La Russia si trova in difficoltà nella guerra marittima, dovendo ritirare gran parte delle sue forze dall'Ucraina, afferma Bert Sundstrom, corrispondente estero della SVT.

Reazioni in Russia

Non ci sono ancora commenti sulle informazioni relative alla nave “Tsar Kunikov” da parte russa. Dmitry Peskov, portavoce di Putin, ha scelto di non rispondere alle domande dei giornalisti. I principali canali di notizie russi non hanno commentato l'incidente.

Tuttavia, tra i blogger di guerra sui social media russi si è svolto un acceso dibattito. Alcuni hanno chiesto una rotazione all'interno della flotta, mentre altri hanno sottolineato che l'Ucraina è superiore in mare nonostante la mancanza di grandi navi da guerra.

– Molti sciocchi in Russia ridono della Marina ucraina e dicono che il numero degli ammiragli nella Marina ucraina supera il numero delle navi da guerra. Ma la presenza/assenza della flotta non significa il numero di casse di ferro galleggianti, ma piuttosto la capacità di condurre operazioni di successo in mare, scrive un blogger di guerra.

Buona speranza per l'Ucraina

Secondo i servizi segreti ucraini, nell'attacco sono stati utilizzati diversi droni marittimi Magura V 5. Secondo rapporti non confermati, una barca di passaggio potrebbe aver salvato l'equipaggio dello zar Kunikov, mentre l'Ucraina sostiene che la maggior parte di loro sia rimasta uccisa.

READ  Migranti interrompono lo sciopero della fame in Belgio

– La Russia deve tentare, in un modo o nell'altro, di affrontare questo problema. Se spostassero le loro navi più lontano o cercassero di equipaggiarle meglio, non lo sappiamo. Ma questo è un problema per la Russia, e finora è qualcosa che dà all'Ucraina buone speranze per un successo migliore anche in futuro, dice Bert Sundström.