TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Con il 20enne al centro, la Roma ha salvato la stagione

È stato molto divertente con l’Europa League. E José Mourinho. Il tecnico della Roma ha vissuto e detto la maggior parte delle cose durante il primo anno di carriera, ma ora la sua squadra è pronta per la prima finale europea del club in 31 anni.

Anche per la Roma, molto preoccupata, la semifinale di ritorno contro il Leicester è stata snervante. Dopo il gol d’angolo di Tommy Abraham all’undicesimo minuto, la Premier League Eleven non ha creato occasioni da rete per il resto della partita.

Nella prima partita, la Roma è sfuggita alla forte compulsione del Leicester e ha organizzato un pareggio per 1-1, e ieri ha confermato che le volpi non si sono viste fuori dal piatto. Dopo il gol di Abraham, la Roma è caduta sul 5-3-2 ei Mourinho Masters hanno giocato il miglior tipo di calcio.

Dopo essere tornata ai quarti di finale contro Bodø/Glimt, la Roma non ha davvero vinto una partita. Un programma di partite difficile, ovviamente, ma Gialli e Rossi erano indietro di dieci punti lo scorso fine settimana con Napoli e Juventus a tre partite dalla fine contro la Roma pronta per la Champions League.

Con le prime quattro squadre deboli della Serie A, quella distanza non era quella che la dirigenza del club si aspettava durante la prima stagione di Mourinho a Roma. Tuttavia, il campionato della conferenza è diventato un’ancora di salvezza mentre la Roma si prepara alla terza finale europea e per la prima volta in 31 anni.

In Italia, quella squadra è alla disperata ricerca di vincere contro i principali rivali. Non ci saranno vittorie contro questo 2021/22, il che significa che Mourinho non si è comportato meglio contro i primi quattro del suo rappresentante Palo Fonseka.

READ  John Gradwall si reca sul Lago di Como, dove si riuniscono le celebrità

In ECL, invece, il portoghese ha impresso un teschio vincente sui giocatori e ha anche seppellito un bizzarro set contro le squadre inglesi con la vittoria del Leicester. Non c’è nessuno a Roma più propenso a tornare in Premier League di Jose Mourinho, né Leicester né Liverpool né Manchester United.

Ma il conforto di Mourinho nell’affrontare l’opposizione del PL sarà cruciale contro il Leicester, forse l’opposizione più dura rimasta nella partita. Dopo pochi secondi dalla chiusura, gli occhi iniziarono a lacrimare MouA una folla di due tifosi, come hanno fatto con Claudio Ranieri dopo essere stato ingrandito sul maxischermo molto felice.

Mourinho dice “Conosco non solo me stesso, ma le persone ei giocatori”. È stata sicuramente una lacrima di sollievo perché il posto finale crea fiducia al termine di una stagione in cui la Roma potrebbe addirittura saltare gli Europei della prossima stagione.

Uno dei maggiori guadagni di Mourinho nell’ultimo anno è stato il rilascio di Nikola Jalewski. Il 20enne è stato seduto in panchina in linea di principio per tutta la stagione, ma in primavera ha improvvisamente preso un posto da titolare sulla sinistra.

Non proprio sorprendente, soprattutto considerando quanto fosse bravo in questo doppio incontro. È raro vedere un giocatore così giovane essere valutato in modo così intelligente quando è sulla guancia. Con il destro non ha solo messo in pericolo l’area di rigore, ma Jalewski ha anche realizzato i passaggi iniziali da sotto i livelli del campo.

Era molto bravo e dopo un infortunio alla coscia dovuto all’Europeo, Leonardo Spinasola è rimasto in panchina per diverse partite di seguito. Salevsky è nato da genitori polacchi nella periferia romana di Divoli e rappresenta la nazionale polacca Under 21.

READ  Sonda volante per carte di grandi dimensioni

Dopo il match di Leicester, Jalewski è finito davanti ai microfoni di Sky Sport dopo aver giocato fino alla porta di Lorenzo Pellegrini. I giovani chiamavano Spinazzola qualcosa Statua E ha risposto con fermezza alla domanda della Nazionale A italiana:

“Le probabilità ci sono. Ma per rispetto della nazionale polacca e della mia famiglia, ho sempre avuto la stessa opinione perché mi sento un palo al cento per cento”.