TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cazzi Opeia sconvolto per uno sporco errore

Potrebbe essere un problema a Torino: “Che hai fatto?”

Cazzi Opeia può contare su un putiferio a Torino se vuole vincere il Melodifestivalen.

Ora racconta di Miss Children:

– Mi sono seduto davanti al computer per circa un’ora: “Cosa hai fatto?”

L’avventura dell’Eurovision Italia Il titolo “Problema a Torino” si trova in giro Gazi Obéya È riuscito ad avanzare dalle semifinali e poi a vincere l’intera competizione del Melodifestivalen.

fino a quando Moa Karlebecker33 anni, ha scelto il nome dell’artista, ha commesso l’errore di non verificarne il significato nelle diverse lingue.

– Quando ho ottenuto un contratto discografico dopo “Idol” mi sentivo come se volessi un nome d’artista. Ho sentito freddo. E poi è diventato il nome Cazzi Opeia, ho sempre amato quel nome, l’ho letto in un libro quando ero piccola e ci sono rimasta attaccata.

Cazzi Opeia non sapeva come avesse scelto il nome sporco dell’artista

parola di sesso crudo

Ma se vai fino in fondo e vai a Torino, ci riuscirai in Italia?

“Funziona bene,” dice, e scoppia a ridere.

Ora dimmi, cosa significa cazzi in italiano?

– dice Bellevionk e si copre il viso con le mani.

La verità è più dura.

La parola “cazzi” è una delle parole chiave di genere più comuni nella lingua italiana, che nella traduzione diretta significa “cazzi”.

– Non ci ho pensato. Quindi, volevo un’ortografia leggermente diversa, quindi ho pensato di usarlo con zäta e quindi creare uno spazio in modo che fosse come nome e cognome.

Cazzi Opeia in prova di genere prima delle semifinali del Melodifestivalen

“Che cosa hai fatto?”

Ma quando ha iniziato a pubblicare musica con il suo nuovo nome di artista, non passò molto tempo prima che iniziassero a spuntare e-mail e messaggi istantanei.

READ  L'Agenzia delle Entrate Svedese affitta 4.000 metri quadrati di Baltic Group a Umeå

No no no così ho iniziato a ricevere molte email: “Sai?” “Sei consapevole?” “Sai cosa significa il tuo nome nella nostra lingua?” E sì. Ho iniziato a cercare “cazzi” su Google e semplicemente: “Oops, oops, oops, oookej….”

Cercare su Google tutte le foto che non dovresti fare?

– No, e poi mi sono seduto così davanti al computer per circa un’ora: “Cosa hai fatto?” Ma onestamente, ora penso che sia divertente. Ora è una cosa divertente e ci rido molto.

Cazzi Opeia gareggia con “I Can’t Get Enough” nelle Semifinali del Melodifestivalen, sabato 5 marzo alle ore 20.00 su SVT1.