TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bravo nella collaborazione unica globale con l’obiettivo di volare con il 100% di carburante bio-aeronautico-

La compagnia aerea BRA e il produttore di aeromobili franco-italiano ATR hanno firmato giovedì l’accordo, insieme al produttore finlandese di biocarburanti Nesto, per certificare gli aeromobili con una miscela di carburante composta al 100% da biocarburanti. Il primo volo di prova è già previsto per il primo trimestre del prossimo anno. Questo sforzo riduce le emissioni dell’80% rispetto al carburante fossile per l’aviazione.

BRA vuole essere in prima linea ed essere un modello

Abbiamo fissato obiettivi ambiziosi e stiamo attualmente lavorando per tracciare il percorso per diventare una delle prime compagnie aeree al mondo a raggiungere lo zero netto, e il nostro obiettivo è l’anno 2030. Abbiamo una pista climatica molto bassa per il futuro dell’aereo, afferma Ulrika Matskart, CEO della compagnia aerea PRA: “Qui possiamo essere un modello e indossare la maglia di leader.

In un progetto, l’esercito svedese aveva già pilotato l’aereo JAS al 100% con biocarburanti e c’erano altri velivoli di prova – una manciata nel mondo – quindi era possibile. Ma questo non è ancora stato fatto da un’elica turbo.

BRA effettua tutti i suoi voli da ATR ad aerei ad elica. È il più efficiente in termini di consumo di carburante oggi sul mercato perché utilizza il 40% in meno di carburante ed emette il 40% in meno di anidride carbonica rispetto a velivoli comparabili. Se tutti i voli regionali in Svezia fossero sostituiti dai velivoli turboelica di ATR, si ridurrebbero le emissioni nell’aria di 32.000 tonnellate di anidride carbonica in Svezia. Il fatto che il progetto turboelica attiri meno carburante significa che sono una buona combinazione in quanto i biocarburanti sono 4-5 volte più costosi dei combustibili fossili.

READ  Lifco acquista una quota di maggioranza della società italiana con un fatturato di 35 35 milioni

-Vediamo la compagnia aerea PRA come il partner perfetto per implementare questo progetto. Sono un’azienda che lavora per un aereo stabile e molto stabile. Spostano i confini. Il BRA ha la prima storia coerente di compagnie aeree che implementano cambiamenti per ridurre la traccia climatica dei loro aerei. Non solo facevano parte del primo contratto al mondo con noi per un aereo sponsorizzato verde, ma erano anche la prima compagnia aerea a selezionare il carburante per la bio-aviazione per i propri passeggeri nel proprio sistema di prenotazione. Stefano Portoli, amministratore delegato di ATR, afferma:

La produzione di biocarburanti è in aumento

Un recente rapporto dell’IPCC ha mostrato che dobbiamo ancora raggiungere le emissioni zero e che stiamo tutti contribuendo a ridurre il riscaldamento globale. Attraverso il loro investimento, ADR, PRA e Neste vogliono accelerare la crescita verso velivoli non fossili. Il fatto che l’uso del 100% SAF (combustibile per aria standard) non sia stato certificato prima non è appropriato in quanto la produzione nel mondo è molto bassa. Questa posizione non soddisferebbe nemmeno le esigenze della Svezia. Tuttavia, nei prossimi anni, la produzione dovrebbe aumentare in modo significativo, almeno Neste non è responsabile di questo aumento. Ciò significa che è tempo di lavorare sulla certificazione al 100%.

Siamo lieti di far parte del progetto 100% SAF. Consideriamo i biocarburanti al 100% un passo importante per ottenere la certificazione di Jonathan Wood, Vice President Europe e Renewable Aviation di Nestlé.

Le aziende mirano a effettuare un volo di prova nella primavera del 2022 con un aereo BRA rifornito con il 100% di biocarburante e il 50% di biocarburante in un unico motore. 64%. Al 100% di biocarburante in entrambi i motori, la riduzione prevista sarebbe fino all’82%.

READ  Requisiti per i certificati governativi nei luoghi di lavoro in Italia.

A mostrare il peso di questa collaborazione, il presidente e titolare della BRA, B.G.

Maggiori informazioni sul lavoro di sostenibilità di BRA

Leggi di più come Tourismnit ha scritto su BRA