TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Baryard crede nel suo partner d’oro nella finale dell’Europeo: ‘Forte pedalatore’

“Sarà un sacco di nervi, e sappiamo tutti quanto può essere forte Baeder in tali situazioni”, continua.

Sono trascorse quattro settimane da quella sera a Tokyo in cui la squadra svedese di salto ostacoli vinse l’oro olimpico.

Il filmato che mostra quando Malin Baryard Johnsson non osa seguire il volo di Peder Fredricson ma si siede con le spalle al ring e si copre le orecchie, mentre il nervoso Henrik von Eckermann vaga, è diventato virale sui social e ha attirato molti sorrisi.

Riflette davvero tutti i sentimenti che c’erano allora, dice Malin Baryard Johnson.

Vincere il mio primo oro olimpico con due dei miei migliori amici nello sport è stato fantastico. Ne abbiamo passate tante insieme e improvvisamente siamo lì come medaglie d’oro. È stato stupefacente.

Ora ogni giorno Di nuovo qui, ma quella calda sensazione di completa felicità rimane ancora.

“Da quando sono tornato a casa, non ho incontrato nessuno che non abbia visto la finale, e tutti dicono quanto fossero eccitati”, afferma Malin Baryard Johnson.

Poiché l’Indiana Golden Horse di Malen aveva bisogno di riposo e non era ancora pronta per cinque difficili giri di campionato in cinque giorni, non è nella competizione europea di volteggio che termina domenica.

– Non è familiare e diverso. Come ho detto, è passato molto tempo dall’ultima volta che ho visto un campionato da casa. Allo stesso tempo, si sente benissimo. Ho avuto la mia giusta parte qualche settimana fa, dice Malin Baryard Johnson.

Per il futuro, i Campionati Europei sono stati anche un’ottima occasione per dare una chance ad altri equipaggi.

READ  Nella Fisher dice no alle Olimpiadi: "Più grande di qualsiasi torneo"

a differenza di Compagni d’oro Malin Baryard Johnson e Henrik von Eckermann, Peder Frederickson ha diversi potenziali cavalli da campionato nella sua scuderia.

Ai Campionati Europei, il 15enne è in sella a un Catch Me Not, e dopo il quarto posto dello svedese nella finale a squadre, domenica è il momento della finale di singolare.

Prima della decisione, Peder Fredriksen era quinto, ma a meno di una lacrima dal leader svizzero Martin Fuchs della Svizzera – campione europeo con il cavallo Clooney.

Anche se il cavallo Bader non ha mai partecipato a un campionato, si sente ancora uno dei cavalli più esperti di sempre. Martin (Fox) si appollaia su un cavallo più piccolo (Leon Gee di nove anni), per esempio, dice Malin Baryard Johnson.

– D’altra parte, Martin è stato con noi prima e, come Peder, è anche molto forte in queste situazioni. Abbiamo anche molti altri kit che sono sembrati solidi, non ultimo la sorpresa greca Euli Mytileneo. Potresti aver visto ancora quello più stabile. Lei e il cavallo, Levis de Muze, sono una squadra fantastica e molto affiatata. È stato davvero divertente vederli.

– Quindi sarà una finale combattuta, e ovviamente potrebbe essere un oro svedese. C’è sempre molto da fare in queste finali.

Peder Fredricson e Catch Me Not sono al quinto posto prima della finale dei Campionati Europei di Salto a Riesenbeck, in Germania.

Foto: Pontus Lundal/TT

Domenica La finale del Campionato Europeo di Singolo si decide a Reisenbeck, in Germania, in due turni. Nella prima, i primi 25 partiranno dopo i precedenti tre turni di qualificazione della settimana. La squadra porta con sé falli dai playoff alle finali.

Dopo il primo round finale, i primi dodici avanzano al secondo e decisivo round finale.

Oltre a Peder Fredricson su Catch Me Not, anche Rolf-Goran Bengtsson di Ermindo, che si è trasferito come 16° equipaggio, è in campo di partenza.

Anche Douglas Lindelof era pronto per la finale come venticinquesimo e ultimo concorrente, ma ha rinunciato all’incontro.