TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Aumento della diffusione del contagio dopo la congestione turistica | GP

La scorsa settimana in Svezia sono stati segnalati 3.451 casi confermati di COVID-19, con un aumento del 30% rispetto alla settimana precedente. Nella stragrande maggioranza dei casi, sono state le persone di età inferiore ai 40 anni ad essere infettate, secondo il Rapporto settimanale dell’autorità di sanità pubblica.

La variante delta più contagiosa del coronavirus è ancora dominante.

Il tasso di infezione calcolato su un periodo di 14 giorni la scorsa settimana è stato di 59 casi per 100.000 abitanti, il che significa che la prevalenza dell’infezione non è più a quelli che sono classificati come bassi livelli.

aumento della congestione

L’aumento dell’infezione potrebbe essere spiegato dall’aumento dei viaggi e dall’affollamento nei luoghi di villeggiatura e nei luoghi di intrattenimento, secondo l’FHM.

La percentuale di casi COVID-19 legati a viaggi all’estero è stata del 17% la scorsa settimana. Ma l’Agenzia svedese per la sanità pubblica riferisce che ci sono anche molti turisti a Gotland e in altre famose destinazioni turistiche svedesi, e folle nei locali da ballo a Stoccolma, tra gli altri luoghi.

La prossima fase di allentamento delle restrizioni alla diffusione dell’epidemia dovrebbe iniziare a settembre, secondo il piano del governo. Queste sono, ad esempio, le restrizioni su ristoranti ed eventi pubblici. Ma poi la prevalenza dell’infezione deve essere stata ridotta per almeno due settimane ed essere inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti.

Se entriamo in autunno con alti livelli di diffusione dell’infezione, sarà difficile ridurre le restrizioni. E poi l’autunno sarà di nuovo duro e noioso, dice Tegnell SvD.

duro a Gotland

Giovedì l’ospedale di Visby è entrato in modalità booster, a causa del pesante carico di lavoro sull’assistenza sanitaria dello Jutland, una chiara indicazione di un aumento dei viaggi verso l’isola. Lo stress è descritto come “estremamente grave” perché molti viaggiatori si autolesionano o si ammalano.

READ  PlayStation 5 è in continua carenza fino alla primavera del 2022

Non sono i casi di Covid che fanno vacillare la sanità. Ma la situazione è complicata dal fatto che Gotland ha avuto 95 casi confermati di virus la scorsa settimana. Per quanto riguarda la popolazione, la cifra era molto più alta nel paese, a causa del fatto che ci sono molti visitatori. La scorsa settimana i non residenti – turisti, residenti estivi e lavoratori stagionali – hanno rappresentato il 40% dei casi.

– Quando le restrizioni sono state allentate il 15 luglio, probabilmente c’erano molti che pensavano di poter vivere come al solito. Abbiamo visto una mancanza di conformità, afferma Maria Amir, un medico per il controllo delle infezioni, con i giovani che si frequentano da vicino senza pensare alla pandemia.

modalità di “preoccupazione”

TT: Quali sono le conseguenze della diffusione dell’infezione per te?

La maggior parte delle persone ha sintomi molto lievi. Al momento abbiamo due persone che sono in reparto, non con partita iva, a causa del coronavirus. Ma la diffusione dell’infezione è presente in tutto il paese e c’è una tendenza nazionale a vedere che il numero di nuovi ricoveri in IVA e in strutture di assistenza ospedaliera sta iniziando ad aumentare. Non tutti possono essere vaccinati o protetti, nonostante le vaccinazioni, afferma Maria Amir, descrivendo la situazione come preoccupante.

Trinidad e Tobago: vede il rischio che le restanti restrizioni sulle restrizioni debbano essere posticipate?

– Potrebbe essere. È importante che i soccorsi vengano effettuati in una situazione in cui la diffusione dell’infezione è bassa. Quindi abbiamo bisogno di aiuto per spezzare le catene dell’infezione. Maria Amir dice che questo vale per tutti.

READ  Netflix supporta l'audio spaziale su iPhone e iPad

La tendenza citata da Maria Amir non è ancora apparsa nelle statistiche dei casi di terapia intensiva. Secondo l’Agenzia svedese per la sanità pubblica, il livello della scorsa settimana era ancora più o meno lo stesso delle ultime settimane prima.

Fatti: nessun nuovo decesso

Venerdì, l’Agenzia per la sanità pubblica ha annunciato che non sono stati segnalati nuovi decessi confermati per COVID-19. Un totale di 14.657 pazienti sono morti in Svezia.

È stato confermato che un totale di 1.104.538 persone in Svezia ha il virus COVID-19.

Finora, 6.504.950 persone hanno ricevuto almeno una dose del vaccino covid-19, in base a quanto riportato dai distretti al Registro nazionale delle vaccinazioni. Ciò corrisponde al 79,4 per cento della popolazione adulta (dai 18 anni in su).

Di questi, 4.437.997 hanno ricevuto due dosi, equivalenti al 54,2% della popolazione adulta.

I nuovi decessi nelle statistiche dell’Agenzia per la sanità pubblica si sono verificati nella maggior parte dei casi diversi giorni fa e i decessi avvenuti nel prossimo futuro a causa di ritardi nella segnalazione non sono stati inclusi. Ciò significa che l’aggiornamento mostra i tassi di mortalità riportati, non il tasso di mortalità per quel particolare giorno.

Fonte: Agenzia svedese per la sanità pubblica