TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

A Mariupol sono stati commessi crimini di guerra – Maria, 42 anni, lo ha visto con i suoi occhi

Gli attacchi russi a un ospedale pediatrico e a un teatro in cui i civili hanno cercato rifugio sono stati crimini di guerra. Lo affermano gli esperti dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.

Maria, 42 anni, di Mariupol, ha visto con i suoi occhi miseria e crudeltà.

– Non sai mai chi sarà la prossima vittima, quale edificio verrà distrutto dopo, dice Aftonbladet.

Bombardamento dell’esercito russo Mariupol spezzati e insieme. Secondo il sindaco Vadim Boychenko, il 90 per cento della città è stato distrutto.

Uno Relazione di esperti dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in EuropaL’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa ora afferma che ci sono prove evidenti che la Russia abbia commesso crimini di guerra durante il suo prolungato assedio della città.

Aftonbladet ha parlato con Maria, 42 anni, che è di Mariupol. Lavora per un’organizzazione internazionale attiva in città. È riuscita a fuggire dall’inferno della guerra e oggi si trova a Leopoli, nell’Ucraina occidentale.

Maria non è rimasta affatto sorpresa dai risultati del rapporto OSCE.

– L’ho visto con i miei occhi, dice.

La situazione a Mariupol descrive Maria come spaventosa.

– I russi hanno bombardato i rifugi e i luoghi in cui sapevano c’erano molte persone. Abbiamo dovuto fuggire da un posto all’altro per salvarci la vita.

Edifici distrutti a Mariupol.

Voleva salvare sua figlia

Maria dice che la caduta di bombe russe e i frequenti attacchi missilistici hanno terrorizzato i residenti.

Sentire le bombe degli aerei russi è stata la cosa più terribile che abbia mai sentito, soprattutto di notte. Non si sa mai chi sarà la prossima vittima e quale edificio sarà poi distrutto.

READ  È così che la realtà si trasforma in una bugia sulla TV di stato russa

Molti brutali attacchi russi hanno ricevuto molta attenzione nel mondo. Come il 9 marzo quando un ospedale pediatrico è stato bombardato. Tre persone sono morte, inclusa una donna incinta. Oppure il 16 marzo, quando un teatro dove si erano rifugiati dei civili è stato attaccato. 300 persone però.

Due casi di crimini di guerra, hanno osservato gli esperti dell’OSCE.

Per la popolazione civile, la situazione è diventata sempre più disperata con l’intensificarsi dei combattimenti.

– Soprattutto è così terribile quando hai tua figlia al tuo fianco che vuoi solo uscire dalla situazione – ma non puoi fare nulla perché sei intrappolato in uno scantinato senza elettricità, senza copertura cellulare. Niente gas, niente acqua, niente cibo, dice Maria.

Spostarsi solo per brevi distanze era in pericolo di vita.

– Alla fine, abbiamo iniziato a raccogliere l’acqua piovana e la neve da terra solo per avere qualcosa di cui occuparci dell’igiene, dice Maria.

“I russi ci hanno costretto a trasformarci in animali”

Il rapporto OSCE è un catalogo delle brutalità commesse dalla maggior parte delle forze russe.

Alcune delle conclusioni degli esperti affermavano: “La delegazione ha riscontrato chiari schemi di violazioni del diritto internazionale umanitario da parte delle forze russe in molti dei casi indagati”.

Per Maria, il cammino umano stabilito è diventato salvezza. Ma la fuga è diventata drammatica. Dopo un viaggio estenuante attraverso molti posti di blocco russi, la libertà era vicina.

– Poi abbiamo visto come le granate venivano sparate direttamente contro di noi. Un’auto è stata investita e bruciata. Maria dice che c’erano molti bambini.

READ  Biden in Europa - sbarcato nel Regno Unito

Le cose sono andate bene alla fine. Ora, dopo una settimana a Leopoli, la vita sta lentamente tornando.

Oggi mi sto calmando e sto cercando di recuperare mentalmente e fisicamente. Maria dice che cammino molto e ho incontrato amici di Mariupol.

Sua figlia ha iniziato una nuova scuola.

Ma la sensazione di perdita è dolorosa. Mariupol, che è stata la sua casa per 42 anni, è stata così bombardata che è difficile da riconoscere. Maria dice che è una crudeltà insondabile.

I russi ci hanno costretto a trasformarci in animali, animali che lottano per sopravvivere, per procurarsi cibo e acqua. Siamo stati privati ​​di ogni dignità. Era una sensazione terribile. Vogliamo solo che questo orrore finisca.

Inserito: