TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Walter Walberg vince la medaglia olimpica: “Niente può fermarmi”

Il 22 febbraio 2020 si è verificato l’incidente. Durante un allenamento prima della Coppa del Mondo a Tazawako, in Giappone, il legamento crociato di Walter Walberg è caduto.

Poi è arrivato terzo sul podio ed è stato quinto in Coppa del Mondo nel suo complesso. La stagione è finita per il diciannovenne Walter Wahlberg.

Walter Walberg ha avuto un buon inizio in Coppa del Mondo, quando l’incidente è avvenuto nel febbraio 2020. Ecco una foto della Coppa del Mondo a Calgary all’inizio dello stesso mese.

Foto: Jeff McIntosh/AP

Il periodo di riabilitazione sarà lungo Ma il ritorno prenderà una piega diversa. Ad ottobre l’incidente si è ripetuto.

Walter Walberg aveva appena ricominciato ad allenarsi con i salti d’acqua quando è sprofondato nel dolore e ha avuto una frattura al menisco. Ti aspetta più comfort.

– Era mentalmente forte. Sei stato fatto un passo alla volta.

Una stagione pandemica ridotta ha significato molto tempo per la riabilitazione. Qualcosa che ora gli fa tornare a fidarsi del suo ginocchio.

– Il corpo è davvero al cento per cento adesso. Ho un piccolo problema quando spingo forte il ginocchio. Ora mi sono preso il tempo necessario. Non sento alcun dolore durante la guida o nel salto.

Le ferite non avrebbero dovuto colpirlo affatto.

– Ora che sto ricominciando a pattinare, mi sento allo stesso livello di prima degli infortuni. Era un po’ motivato, nonostante le battute d’arresto, mi è stato detto che ero allo stesso livello di prima.

Walberg ha passato molto tempo ad allenare le sue speranze per questa stagione olimpica.

Walberg ha passato molto tempo ad allenare le sue speranze per questa stagione olimpica.

Foto: Hans Pennink / AP

Alla riunione di induzione dell’Associazione svedese di sci C’erano cinque megattere. Ludvig Fjällström è già pronto per le Olimpiadi, ma i restanti quattro sono in lizza per tre posti. Ciò significa che uno dei corridori potrà rimanere a casa.

Sebbene Walter Walberg non gareggi da molto tempo, non è meno preoccupato per la competizione.

– Solo per farmi vedere e soddisfare i requisiti del SOK. Se vado al livello che solo io so di poter, avrò posti sul podio in tutte le competizioni.

Quando ha parlato con DN all’incontro di apertura, era straordinariamente entusiasta della concorrenza.

Questo anno olimpico ha motivato molto durante il periodo di riabilitazione. Amo la concorrenza.

Walter Walberg alla riunione preliminare dell'Associazione svedese di sci.

Walter Walberg alla riunione preliminare dell’Associazione svedese di sci.

Foto: Jesper Zerman/Bildbyrån

Walter Walberg ne è sicuro Prima delle Olimpiadi hai solo una cosa in mente. Deve prendere una medaglia e su come risponde, può essere interpretato solo nel senso che la denominazione deve essere d’oro.

Ha ottenuto otto posti in Coppa del Mondo. Sembra che niente possa fermarmi. La medaglia è l’unica cosa ragionevole.

C’è stato un sacco di salti d’acqua quest’estate, quindi sto saltando meglio che mai.

L’unica cosa che potrebbe fermarlo secondo lui è il ginocchio che dice no. Ma questo è qualcosa che lui esclude.

– C’era molta attenzione sulle mie ginocchia durante l’estate. Sono stato in Francia per una settimana e ho sciato per sentire la stagione. Abbiamo lasciato che ci mettesse molto tempo e guarisse.

Mikaël Kingsbury ha negli anni Si è rivelato difficile da battere. Il canadese ha il maggior numero di vittorie in Coppa del Mondo di sempre. Ha anche vinto la medaglia d’oro olimpica nel 2018.

Pertanto, Walter Walberg si è allenato in salti e acrobazie durante l’estate.

– So che la mia corsa richiede molto tempo e corro veloce. Il salto è la più grande differenza da Kingsbury. Ci siamo concentrati molto su quest’anno.

READ  Johann Kronmann: sono disgustato dall'aggressione di Peter Holland