TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Vancouver ha sconfitto Edmonton nella Stanley Cup

New York. Elias Lindholm è il capocannoniere della Svezia nei playoff della Stanley Cup.

Ha segnato altri due gol mentre Vancouver si è portata in vantaggio per 2-1 in una battaglia tutta canadese della Stanley Cup contro Edmonton ieri sera.

– Mi sono sentito bene durante le qualificazioni e ho potuto sfruttare le mie occasioni, dice il 29enne ospite di Sportbladet dopo la vittoria per 4-3.

Con gli Oilers che hanno preso il controllo alla fine di Gara 2 a Vancouver venerdì, pareggiando la serie, molti credevano di aver guadagnato slancio nella “Battaglia del Canada” e di aver reso le cose difficili al loro vicino di casa a Rogers Place.

Ma è successo il contrario.

I Canucks hanno reso la vita difficile agli Oilers e hanno vinto il terzo round della serata 4–3.

Così, hanno preso, forse in modo un po' sorprendente, un vantaggio per 2-1 nella serie che ha affascinato l'intera nazione ossessionata dall'hockey.

– È sempre stato così, già al primo turno molti pensavano che il Nashville avrebbe ruggito contro di noi, dice Elias Lindholm quando lo abbiamo raggiunto a tarda sera a Edmonton.

– Tuttavia, abbiamo ordinato quella serie e continuiamo allo stesso modo ora. Forse è stata una serata emozionante alla fine, loro hanno tirato moltissimo in porta, ma penso comunque che abbiamo difeso molto bene e sì, anche se ovviamente sappiamo che devi vincere quattro partite, è positivo che ne abbiamo ottenute due. -1 gestione.

Lindy è stato ancora una volta uno degli attaccanti più forti della squadra e ha segnato due gol (proprio come Brock Boeser). Per prima cosa, ha controllato il disco con un power play a soli nove minuti dall'inizio del primo periodo, e con un altro vantaggio numerico verso la fine del secondo periodo, si è fatto strada attraverso lo slot e ha centrato uno straordinario tiro di rovescio.

READ  Jonna Sundling apre per tre miglia e poi lo è

In totale, il 29enne nativo di Gavel ha ottenuto cinque successi perfetti nei playoff quest'anno. Questo lo colloca al primo posto della Swedish Shooting League e al secondo posto per punteggio.

-Mi sono sentito bene durante le qualificazioni e sono riuscito a salvare molte occasioni. È divertente, vuoi partecipare e contribuire.

    Elias Lindholm festeggia il suo gol

A proposito, ieri sera aveva con sé sul ghiaccio un nuovo compagno di squadra svedese. Linus Karlsson dello Småland ha fatto la sua prima apparizione ai playoff – dopo appena quattro partite di stagione regolare lo scorso inverno – e ha offerto un'ottima prestazione.

– Sì, penso che abbia fatto davvero un buon lavoro. È grande e forte ed è entrato e ha preso il sopravvento e ha vinto duelli con i dischi quando necessario. Abbiamo tratto molto beneficio da lui, elogia Elias.

In area di rigore, il giocatore lettone Arturs Silovs – il terzo portiere all'inizio delle qualificazioni – ha fermato 42 tiri contemporaneamente.

Per la squadra di casa, Mattias Ekholm ha risposto con un grande impegno e ha contribuito con gol e assist.

La prossima partita della serie si giocherà mercoledì sera, dopodiché i Canucks potranno mettersi in posizione per colpire.

La Lega svedese segna nelle finali della Stanley Cup

1. Mika Zibanejad, New York Rangers – 13 punti (3+10)

2. Elias Lindholm, Vancouver Canucks – 7 punti (5+2)

3. Victor Hedman, Tampa Bay Lightning – 7 punti (1+6)*
4. Filip Forsberg, Nashville Predators – 6 punti (2+4)*

5. Gustav Forsling, Florida Panthers – 6 punti (1+5)

READ  Jonas Sand Labak, 20 anni, è il migliore al mondo

6. Adrian Kempe, Los Angeles Kings – 5 punti (4+1)*

7. Mattias Ekholm, Edmonton Oilers – 5 punti (3+2)

8. Gustav Nyquist, Nashville Predators – 4 punti (1+3)*

9. Hampus Lindholm, Boston Bruins – 4 punti (1+3)

Oliver Ekman-Larsson, Florida Panthers – 4 punti (1+3)

Elias Pettersson, Vancouver Canucks – 4 punti (1+3)

*Escluso