TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una nuova legge vieta a vita agli immigrati di arrivare in barca

Questo il testo del commento. Analisi e posizioni dello scrittore.

Il governo conservatore britannico sta tentando misure sempre più disperate per arginare il flusso di immigrati.

Una nuova legge significa che chiunque arrivi nel Regno Unito in barca verrà rimandato indietro e bandito a vita.

Se gli inglesi avranno successo, è probabile che l’Unione Europea segua lo stesso percorso.

Governo britannico conservatore Sta cercando di adottare misure sempre più disperate per arginare il flusso di migranti.

Una nuova legge significa che chiunque arrivi nel Regno Unito in barca verrà rimandato indietro e bandito a vita.

Se gli inglesi avranno successo, è probabile che l’Unione Europea segua lo stesso percorso.
Quando gli inglesi votarono per lasciare l’Unione Europea, uno dei motivi più importanti fu che il paese sarebbe stato in grado di riprendere il controllo dei suoi confini.

Molti cittadini dell’UE hanno lasciato il paese, ma l’immigrazione clandestina nel Regno Unito non è diminuita. anzi.

Ieri attivisti locali hanno manifestato a Calais, nel nord della Francia.  Migliaia di immigrati da tutto il mondo si recano ogni anno nel nord della Francia, sperando di raggiungere la Gran Bretagna.  Il governo britannico afferma che ora introdurrà leggi che vietano a chiunque arrivi nel Regno Unito in barca attraverso la Manica di stabilirsi nel paese.
Ieri attivisti locali hanno manifestato a Calais, nel nord della Francia. Migliaia di immigrati da tutto il mondo si recano ogni anno nel nord della Francia, sperando di raggiungere la Gran Bretagna. Il governo britannico afferma che ora introdurrà leggi che vietano a chiunque arrivi nel Regno Unito in barca attraverso la Manica di stabilirsi nel paese.

Il traffico di esseri umani è finito La Manica raddoppiato negli ultimi anni.

L’anno scorso, 45.000 profughi in barca sono arrivati ​​da questa parte, rispetto ai 28.000 dell’anno precedente. Il primo ministro britannico Rishi Sunak teme che ce ne saranno altri.

READ  Il premier ceco si oppone al divieto dell'UE di bruciare armi: "Bisogna cambiare"

Come per il movimento dei migranti attraverso il Mediterraneo, è una rotta mortale. L’anno scorso, è stato stimato che almeno 44 persone siano annegate quando le loro barche si sono capovolte.

Quindi, il governo sta ora introducendo un nuovo disegno di legge che prevede che chiunque porti le piccole imbarcazioni di contrabbando verso la costa britannica sarà escluso dall’ottenere asilo nel Paese. Al contrario, dovrebbero essere rimpatriati nei loro paesi di origine o in paesi terzi “sicuri” il più rapidamente possibile. Sarà difficile impugnare le decisioni di espulsione.

L’obiettivo è rompere il modello di business dei trafficanti di esseri umani, guadagnando enormi quantità di denaro dal movimento dei rifugiati, evitando allo stesso tempo che le persone muoiano in mare in cerca di una vita migliore.

Trappola mortale: il mare.  Il relitto di una barca di migranti si capovolge qui su una spiaggia vicino a Cutro, nel sud Italia.  Un numero imprecisato di migranti è morto quando è crollato e si è capovolto nel Mediterraneo nel febbraio di quest'anno.
Trappola mortale: il mare. Il relitto di una barca di migranti si capovolge qui su una spiaggia vicino a Cutro, nel sud Italia. Un numero imprecisato di migranti è morto quando è crollato e si è capovolto nel Mediterraneo nel febbraio di quest’anno.

Ma il governo britannico Riconosce che la nuova legge spinge i confini di ciò che è accettabile ai sensi del diritto internazionale in materia di asilo.

È chiaro che è stata prestata molta attenzione al modello australiano. Da diversi anni l’Australia ha problemi con i boat people che si sono diretti dall’Indonesia all’Australia. Anche lì molti morirono durante la lunga traversata.

Il primo ministro britannico Rishi Sunak.
Il primo ministro britannico Rishi Sunak.

Quindi il governo australiano ha introdotto leggi che significavano che coloro che cercavano di raggiungere l’Australia in barca non potevano mai entrare nel territorio australiano. Invece, vengono portati in alcune delle nazioni insulari più piccole con cui l’Australia ha accordi e le loro richieste di asilo vengono esaminate. Ma anche coloro che hanno ottenuto l’asilo non possono venire in Australia.

READ  La prossima auto elettrica Lotus è stata rappresentata in un film sul Nurburgring: si tratta di auto elettriche

Ciò ha in gran parte posto fine al traffico navale, sebbene molte critiche siano state rivolte al sistema.

Ora gli inglesi sperano di ottenere lo stesso risultato con la nuova legge.

I critici sottolineano numero di problemi.

Quali sono i paesi terzi sicuri per accogliere tutti questi rifugiati e immigrati? Il Regno Unito ha attualmente solo un accordo con il Ruanda per accettare un piccolo numero di richiedenti asilo. È chiaro il pericolo che molti boat people rimangano a lungo nei campi di migranti britannici.

Gli immigrati sono abituati a incontrare ostilità e resistenza. È discutibile se la deterrenza prevista funzioni davvero.

Inoltre, è probabile che la legge venga contestata nello stesso modo in cui il governo conservatore ha tentato di introdurla lo scorso anno, quando i richiedenti asilo vengono trasportati in aereo in Ruanda per essere processati lì. Nessuno è stato ancora rimosso poiché sono in corso procedimenti legali.

Ma l’Unione Europea sta arrivando Seguire con grande interesse l’esperienza britannica.

Il resto dell’Europa soffre degli stessi problemi della Gran Bretagna. Ogni anno, un gran numero di migranti economici e rifugiati arriva via mare attraverso il Mediterraneo. Persone che nessun paese in Europa vuole davvero accogliere. Almeno non nei numeri in cui arrivano.

Dalla grande crisi dei rifugiati del 2015, l’Unione Europea ha cercato di concordare una politica migratoria in cui i richiedenti asilo siano distribuiti equamente tra i suoi 27 Stati membri. Ma finora è stato impossibile concordare qualcosa di diverso dalle misure per rafforzare le frontiere esterne dell’UE.

Se la nuova legge britannica sarà adottata e si dimostrerà un deterrente, la dice lunga che l’UE seguirà l’esempio. La Danimarca ha già sostenuto che i richiedenti asilo dovrebbero essere perseguiti nei paesi africani.

READ  Gravi danni ai vigneti in Europa dopo gravi ...

L’Unione Europea vuole porre fine al traffico di persone attraverso il Mediterraneo, che ha provocato l’annegamento di circa 25.000 persone nel tentativo di raggiungere l’Europa solo dal 2014.

Migranti in pericolo in mare nell'area di soccorso marittimo maltese.
Migranti in difficoltà in mare nell’area di soccorso marittimo maltese.

Ma il problema è che finché non ci saranno modi legali per raggiungere l’UE, i disperati troveranno che vale la pena rischiare la morte nel tentativo di ottenere protezione o una vita migliore.

L’UE applica un doppio standard in base al quale gli Stati membri vogliono apparire come se stessero seguendo le norme internazionali in materia di asilo, allo stesso tempo l’UE vuole impedire alle persone la possibilità di chiedere asilo per paura che ce ne siano troppe e nessun paese lo farà. accettarli.

Questo è il motivo per cui la gente è titubante riguardo alle dure leggi che la Gran Bretagna ora vuole introdurre che in qualche modo annullano il diritto di asilo. Ma se gli inglesi avranno successo contro ogni previsione, la pressione dei governi conservatori all’interno dell’UE sarà grande affinché il sindacato segua l’esempio.

La soluzione australiana potrebbe alla fine essere la soluzione europea.