TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una lettera tenera può essere un modo per concludere la conversazione

Joe Biden si candida alla rielezione nel 2024.

Rassicura in anticipo i suoi clienti adulti. La Casa Bianca conferma che Biden “ha intenzione” di alzarsi in piedi.

La domanda è se le promesse sono solo un modo per porre fine ai discorsi sulla salute di Biden e affrontare la sua popolarità in calo.

Di solito un problema. Un presidente in carica si candida sempre alla rielezione se è stato in carica solo per un certo periodo.
Ma nel caso di Biden, ci sono state molte polemiche a causa della sua età e del fatto che si imbatte ripetutamente in parole e gambe.

precedente presidente Donald TrumpBiden, 75 anni, ha messo in dubbio le capacità di Biden a causa della sua età avanzata durante e continuando a farlo durante le ultime elezioni presidenziali. Un certo numero di commentatori politici repubblicani stanno facendo lo stesso.

Ora il gioco del sussurro ha raggiunto anche il Partito Democratico, con un certo numero di aspiranti candidati che si alzano e calpestano nella lobby nel caso in cui Biden non si candidi per la rielezione.

Il boss che tutti sanno finirà è di solito chiamato “lame duck”. Descrive una situazione in cui il presidente non è più in grado di portare avanti la sua politica perché è praticamente impotente.

La Casa Bianca conferma che Joe Biden, 79 anni, "Pianificazione" Correre per la rielezione nel 2024.
La Casa Bianca conferma che Joe Biden, 79 anni, “progetta” di candidarsi alla presidenza nel 2024.

lì vuoi Joe Biden Di certo non finisce. Pertanto, non ha altra scelta che dire che intende candidarsi, indipendentemente dal fatto che internamente senta di non avere la forza per fare una campagna per altri quattro anni come l’uomo più potente del mondo.

READ  È morto l'ex presidente sudafricano FW de Klerk

Biden ha recentemente approvato un importante pacchetto di infrastrutture al Congresso con il sostegno di un certo numero di repubblicani. Un grande successo politico. Negozia nel miglior modo possibile con le varie fazioni all’interno del suo partito per ottenere anche un pacchetto di assistenza che includa la scuola materna gratuita per alcuni bambini e i benefici dei genitori.

bassa popolarità

Dopo la pesante caduta, Biden ha bisogno di più successo politico per sollevare le sue figure popolari tra il popolo americano. Ora è poco più del 40 per cento. E questo è, con l’eccezione di Trump, la peggior figura in carica finora per qualsiasi presidente.

A metà agosto, è stato raggiunto il punto in cui più americani erano scontenti del modo in cui Biden stava facendo il suo lavoro rispetto a loro. Da allora, il divario si è solo ampliato.

Gettare la spugna e dire che non correrà nel 2024 ridurrà probabilmente la sua popolarità. Sembra essere un perdente che di solito non piace direttamente al popolo americano.

I bassi numeri di popolarità sono uno dei motivi per cui il dibattito sulla disponibilità di Biden a candidarsi alle prossime elezioni presidenziali è tornato all’ordine del giorno.

Un altro è che durante un recente incontro virtuale con alcuni importanti donatori, ha assicurato loro che intendeva provare a essere rieletto. Quando è trapelato, al segretario stampa di Biden è stato chiesto della questione.

– Jen Psaki ha chiarito ieri che l’intenzione di Biden è di candidarsi per la rielezione.

Allo stesso tempo, pesanti media americani citano altre fonti, seppur anonime, nelle vicinanze di Biden chiedendosi se sia davvero pronto per altri quattro anni.

READ  Donald Trump può candidarsi alla Camera dei rappresentanti

Vuole fermare Trump

Quando Biden è entrato in carica a gennaio, Biden era, dopo i suoi 78 anni, il presidente più anziano nella storia degli Stati Uniti. Compie 82 anni nel 2024 e ne compirebbe 86 se vince e completa un secondo mandato.

Certo, l’invecchiamento è un fattore aggiuntivo per i politici americani, ma ci sono dei limiti anche quando il pubblico comincia a dubitare della sua rilevanza.

“Kamala Harris ha guidato una presenza in calo dietro Biden e molti si chiedono se sia davvero la persona giusta per prendere l’iniziativa”, ha scritto Wolfgang Hanson.

Lo stesso Joe Biden ha contribuito alla speculazione quando, alla sua prima conferenza stampa a marzo, non è riuscito a rispondere a un chiaro sì che si sarebbe candidato alla rielezione. Invece, cerca di evitare il problema dicendo che non è ancora stato in grado di pianificare in anticipo.

Che è stato interpretato come riluttanza a rieleggerlo.
Il fattore motivante per Biden potrebbe essere che Donald Trump abbia lasciato intendere che potrebbe candidarsi di nuovo. Inoltre, non sembra senza speranza contro ogni previsione.

È stato per fermare Trump che Biden è diventato il candidato democratico. Non vuole dimettersi e vedere Trump prendere di nuovo il comando.

Il problema è che il campo di partenza dietro Biden non contiene alcun chiaro successore che possa portare Trump o chiunque diventi il ​​candidato repubblicano ora.

Joe Biden lascerà il suo esame medico al Walter Reed National Military Medical Center venerdì 19 novembre.

Kamala Harris dovrebbe essere dato. Ma ha guidato una presenza in diminuzione dietro Biden e molti si chiedono se sia davvero la persona giusta da guidare. Dopotutto, le primarie democratiche se ne sono andate prima del 2020 perché ha ottenuto così pochi voti.

READ  La petroliera è esplosa in Sierra Leone: molte vittime

Il presidente non dovrebbe fare un annuncio formale fino a dopo le elezioni congressuali del prossimo anno.

Biden ha una carta vincente. La scorsa settimana, ha sostenuto la sua prima visita medica annuale come presidente. Il medico lo dichiarò completamente sano e in grado di svolgere compiti d’ufficio.

Inserito: