TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Svela rabbia – Zlatan si confronta con i colleghi del Milan: “Nessuno ha corso in allenamento”

Zlatan Ibrahimovic, 40 anni, sta attualmente lavorando al libro Adrenalina. In una lunga intervista al Corriere della Sera prima dell’uscita del libro, lo svedese ha parlato della sua prima permanenza al Milan, quando Massimiliano Allegri era allenatore del club.

Abbiamo perso 3-0 contro l’Arsenal in Champions League ed era felice. È vero, abbiamo continuato (4-3 in totale), ma niente mi ha fatto piacere – e gliel’ho fatto notare. Mi ha detto di pensare con la mia testa, perché ho giocato male. Ho risposto che è andata male, per paura di mettere in panchina due guardie, dice Zlatan Ibrahimovic al Corriere della Sera e continua:

Allegri è molto bravo a gestire lo spogliatoio, ma deve avere più coraggio. Sarebbe dovuto andare al Real Madrid per misurarsi in un altro Paese, invece ha fatto la scelta comoda (ed è rimasto in Italia).

Dopo la stagione 2012, Zlatan Ibrahimovic ha lasciato il grande club italiano per trasferirsi al Paris Saint-Germain. Lo svedese è riuscito anche a rappresentare Manchester United e Los Angeles Galaxy prima di tornare al Milan a fine 2019.

Ora il 40enne rivela che l’etica del lavoro nella squadra di Milano in cui è entrato era molto scarsa, qualcosa che è desideroso di cambiare rapidamente.

– All’inizio, nessuno si è imbattuto nell’allenamento. Li hai affrontati uno per uno, non a bordo campo, ma davanti agli altri: in allenamento devi ucciderti con il tuo lavoro. Se corro, se prendo il cavolo da solo, anche il mio collega correrà e si prenderà il cavolo per me. Zlatan Ibrahimovic dice che tutti lo hanno capito tranne uno.

READ  Ibrahimovi canta qui al Festival di Sanremo

Venga? chiede il giornalista del Corriere della Sera.

– (Raphael) Liao all’inizio non l’ha presa. giocare per se stesso. Al-Suwaidi dice di essere migliorato molto.

Zlatan Ibrahimovic è stato messo da parte a causa di problemi di infortunio e ha perso gran parte della stagione autunnale. Dal suo ritorno, il 40enne ha segnato cinque gol e fatto due assist in undici presenze con la maglia del Milan.