TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Studio: una dieta vegetariana riduce il rischio di malattia

Studio: una dieta vegetariana riduce il rischio di malattia

Secondo un nuovo studio, una dieta vegana può svolgere un ruolo importante nel ridurre il rischio di malattie cardiovascolari come infarto e ictus.

Due settimane fa è venuto qualcuno Rapporto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura Il che ha determinato che carne, uova e latte sono fonti importanti di nutrienti essenziali.

Una dieta vegetariana riduce l’aterosclerosi

Uno ora appare Nuovo studio Lo studio ha concluso: “Le diete vegetariane sono associate a concentrazioni di colesterolo totale inferiori” e che: “Le diete vegetariane hanno il potenziale per ridurre … il rischio di malattie cardiovascolari” riducendo l’aterosclerosi.

I ricercatori hanno esaminato 30 studi randomizzati, pubblicati tra il 1980 e l’ottobre 2022, che hanno esaminato l’effetto delle diete vegetariane o vegane rispetto agli onnivori che includono cibi animali.

Hanno confrontato i livelli di grassi nel sangue e colesterolo negli adulti di età superiore ai 18 anni e hanno scoperto che, rispetto al gruppo onnivoro, la dieta vegana riduceva il colesterolo totale e i livelli di proteine ​​B e Apo B.

Il rapporto mostra che il lipide del sangue Apo B è una proteina trasportatrice che aiuta a trasportare il colesterolo LDL e altre molecole di grasso nocive associate a un aumentato rischio di malattie cardiovascolari. wearlab.

Non vi è alcun effetto sui trigliceridi

L’effetto della dieta vegetariana era simile per età, stato di salute, continente, durata dello studio e disegno.

Lo studio ha rilevato che non è stata osservata alcuna differenza significativa nei livelli dell’altro tipo di grasso presente nel sangue, i trigliceridi.

“Abbiamo scoperto che le diete vegetariane e vegane erano associate a una diminuzione del 14% di tutte le lipoproteine ​​che ostruiscono le arterie, come evidenziato dall’apolipoproteina B. In una riduzione del 7% del rischio di malattie cardiovascolari in qualcuno che seguiva una dieta vegana per cinque anni.

READ  I funghi neri sono in aumento in India

lei dice Ruth Frik Schmidtun medico senior presso il Rigshospitalet di Copenhagen, in Danimarca, che ha condotto lo studio con i colleghi in un comunicato stampa, scrive: fortuna.

Ha anche affermato che i medicinali contenenti statine sono più efficaci nell’abbassare i livelli di colesterolo e grassi nel sangue, ma che questo non esclude l’altro e che una combinazione dei due può essere più efficace.

Riduce anche il rischio di altre malattie

Rispetto agli onnivori, vegetariani e vegani hanno sperimentato una riduzione del 7% dei loro livelli di colesterolo totale rispetto ai livelli basali.

I livelli di colesterolo LDL sono diminuiti del 10% ei livelli di Apo B sono diminuiti del 14%.

Oltre a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, una dieta vegana riduce anche il rischio di diabete, demenza, depressione, ipertensione, obesità e alcuni tipi di cancro come seno, prostata e colon.

Vuoi leggere le ultime notizie su finanza e scienze della vita? È così facile ottenere il nostro servizio di notizie gratuito.

Per saperne di più: Sempre più giovani americani soffrono di attacchi di cuore [Dagens PS]