TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Strategia: rendimento delle azioni europee

Strategia: rendimento delle azioni europee

Le azioni europee sono state le maggiori perdite nell’ultimo anno. Mentre le azioni globali hanno reso il 14,8% in valuta locale, gli europei sono invece riusciti a perdere l’1,7%. Ciò ha portato l’analista degli investimenti di Danske, Lars Skovgard Andersen, a tornare in Europa.

“Abbiamo già visto che le azioni europee stanno andando leggermente meglio delle azioni globali finora quest’anno, e prevediamo che questo sviluppo sarà ulteriormente rafforzato nei prossimi mesi”, ha scritto un analista degli investimenti sul sito web di Danske Bank.

Solleva l’obesità

Per questo motivo, Danske Bank ha appena aumentato i titoli europei, da neutrali a sovrappesati, nei portafogli di consulenza della banca.

Negli ultimi anni, non da ultimo durante la pandemia, l’economia europea è stata colpita più duramente delle economie di Stati Uniti e Cina, ad esempio, afferma Lars Skovgard Andersen.

Ma i mercati azionari europei hanno una percentuale più alta di azioni cicliche, che si comportano meglio durante un mercato rialzista. In questo caso, i titoli ciclici con prospettive promettenti sono principalmente nei settori dell’industria, della finanza e delle materie prime.

La coda delle azioni periodiche

Scrive: “Con il forte rallentamento economico e l’incertezza, gli investitori si sono concentrati su titoli meno vulnerabili, come le società del settore tecnologico”.

Con l’introduzione dei vaccini e una graduale riapertura globale in diversi paesi, gli stock ciclici potrebbero avere forti venti favorevoli. Quando ciò accade, spesso è a scapito dei titoli tecnologici, che sono stati i maggiori guadagni prima, afferma Lars Skovgard Andersen.

Il potenziale economico è ora enorme in Europa e l’economia dovrebbe guadagnare molto dalla continua introduzione di vari vaccini.

READ  ALM Equity AB (pubbl) sta esaminando i termini per l'implementazione di una nuova emissione diretta fino a 3.000.000 di azioni privilegiate

“L’ulteriore grave rallentamento in Europa che ha seguito le restrizioni e le chiusure lo scorso anno significa di per sé un grande potenziale per la riapertura dell’economia”.

Richiesta crescente

Un ulteriore fattore a vantaggio dell’Europa è la massiccia domanda che sta crescendo, in parte in Europa e in parte negli Stati Uniti e in Cina.

L’accordo commerciale Regno Unito-UE riduce l’incertezza precedente, così come l’elezione di Mario Draghi come nuovo Primo Ministro italiano, contribuendo a stabilizzare l’economia italiana, che era essa stessa una preoccupazione in Europa. parecchi anni.

Attualmente, lo stratega degli investimenti sta anche mettendo in discussione le azioni danesi, come riportato in precedenza da Privata Affärer, e ritiene che gli investitori dovrebbero ridurre la percentuale di società locali nei loro portafogli e invece investire il denaro nell’aumento della proporzione di azioni europee.

“La maggior parte degli investitori privati ​​ha in portafoglio un’ampia percentuale di azioni danesi e il mercato azionario danese non offre la stessa esposizione al boom azionario ciclico delle azioni europee”, afferma Lars Skovgard Andersen.