TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Spiagge storiche del D-Day minacciate dal mare – Sydsvenskan

Spiagge storiche del D-Day minacciate dal mare – Sydsvenskan

Sebbene siano passati 80 anni da quando le forze alleate sbarcarono nella Normandia francese occupata dai tedeschi, la costa porta ancora le tracce del D-Day del 6 giugno 1944. Qui, bunker, vedette e rovine attirano ogni anno folle di turisti.

Un anno dopo lo sbarco in Normandia di oltre 150.000 soldati alleati, la Germania nazista si arrese. Ma le spiagge storiche sono ora minacciate dall’innalzamento del livello del mare e dall’erosione a causa del cambiamento climatico.

Secondo il geografo Regis Lemarie, oggi le spiagge dello sbarco a Utah, Omaha, Gold, Juneau e Sword sarebbero irriconoscibili per un soldato che si trovava nel D-Day.

– Ci stiamo allontanando dai luoghi storici per interpretare la storia in altri luoghi, ha dichiarato all'Agence France-Presse.

Nella comunità di Gray-sur-Mer, il mare ha invaso interi nascondigli e la gente del posto teme che la storia venga spazzata via dalla marea.

Lemary ritiene che l’unica cosa che resta da fare sia cercare di adattarsi ai cambiamenti.

-Ci stiamo avvicinando alla fine dei siti di atterraggio come li conosciamo. La natura riconquisterà i suoi diritti.

Domenica sono stati avvistati paracadutisti nei cieli ormai sereni della Normandia, segno delle tante celebrazioni previste per l'80° anniversario. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e la famiglia reale britannica sono sulla lista degli invitati quando la Francia invita a festeggiare questa settimana, ha riferito l'agenzia di stampa Associated Press.

READ  Cleo, 4 anni, è stata trovata rapita dalla tenda