TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

"Sono profondamente preoccupato quando vedo i bambini entrare nella squadra dell'Accademia".

“Sono profondamente preoccupato quando vedo i bambini entrare nella squadra dell’Accademia”.

Un sondaggio di un giornale norvegese Dagbladet Sembra che ci fossero problemi diffusi con i disturbi alimentari e il peso nella squadra junior e d’élite norvegese negli anni tra il 1978 e il 1986.

Tuttavia, la ricerca del peso ideale per la competizione e l’equilibrio tra dieta ed esercizio fisico è stato a lungo un argomento di conversazione ricorrente nello sci di fondo – e secondo Per Anderson, il problema non è certo un ricordo del passato .

La malattia esiste ancora ed è un vero problema, afferma Blegen, che attualmente sta lasciando il suo incarico di direttore medico per la squadra di sci di fondo della Svezia.

– È una procedura di bilanciamento molto accurata per trovare il livello ottimale. La differenza tra successo e fallimento può essere piccola, e poi ci deve essere una rete attorno all’attivo che lo aiuti a trovare il peso ottimale per la competizione, continua.

I rischi per la salute non dovrebbero È specificamente associato allo sci di fondo. Stiamo parlando di un problema sociale diffuso, sottolinea Bear Anderson, che ricorda gli sport di fitness in generale, dove i giovani che lavorano sodo in particolare sono un gruppo più vulnerabile.

Abbiamo alcuni sindacati saggi che hanno accesso ai controlli sanitari e all’istruzione, ma poi abbiamo un gran numero di atleti che non sono nemmeno vicini ad avere le risorse per affrontare questi problemi nonostante si allenino con la stessa forza e abbiano gli stessi requisiti. Vedo questo come un problema molto più grande dello sci di fondo in particolare che non lo affronta in modo ottimale.

– In termini di giovani e juniores, non abbiamo affatto le stesse risorse di alcune delle migliori squadre nazionali. In qualche modo sono stati dimenticati e questa è la grande sfida, come ottenere le risorse per quei gruppi.

READ  L'allenatore di Serie A contagiato dal Covid-19: "Aveva difficoltà a respirare"

Segnali di avvertimento Anderson spiega che quando un atleta è cattivo e finisce nella zona di pericolo, può esprimersi in molti modi.

– Può essere, ad esempio, che la figura sia cedevole o troppo instabile e che la buona prestazione sia intervallata dalla prestazione – davvero negativa. C’è una risposta formativa prevista per l’attivo? Abbiamo un individuo il cui peso varia molto durante la stagione? Tali cose.

Dove ti rivolgi come genitore ansioso o allenatore a un adolescente che lavora sodo e trova difficile gestire quell’equilibrio e tende ad avere un disturbo alimentare? Come affrontarlo?

– È un’ottima domanda. Sfortunatamente, non ho una buona risposta. Oltre a fornire assistenza generale a tutti, non è il caso che ci si possa aspettare di acquisire conoscenze sugli sport d’élite e sui problemi dei disturbi alimentari. C’è una grande sfida nello sport svedese oggi: migliorare la cura di questi giovani ed essere in grado di offrire qualcosa di tangibile ai genitori.

Bear Anderson dice Si sente “profondamente preoccupato” quando vede bambini e giovani adulti prendere il loro posto nelle squadre dell’Accademia in giovane età. Crede che ci siano lacune nelle conoscenze su dieta, carico di esercizio e protezione inadeguata per coloro che hanno perso il controllo.

– Dico che c’è protezione, ma ovviamente potrebbe essere migliore. Nel mio mondo la conoscenza di questi pezzi non è completa, di chi rischia di finire in una situazione del genere e quali sono i segnali importanti. Ci conosciamo da oltre dieci anni, ma c’è ancora molto da imparare su questi pezzi.

I disturbi alimentari legati agli investimenti sportivi sono un problema che Bear Anderson sente molto forte e, con la crescente consapevolezza dell’opinione pubblica, crede anche che ci siano ragioni ancora maggiori per essere ottimisti.

READ  Tony Esposito è morto all'età di 78 anni

– Quello che mi rende ottimista è che abbiamo già iniziato a parlare di queste cose in modo diverso rispetto a prima, ed è scritto a riguardo. Perché quando inizi a scriverlo e a discuterne, è probabile che le risorse saranno ancora maggiori.