TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Risultati positivi nella terapia di gruppo intensiva per il disturbo ossessivo-compulsivo

Risultati positivi nella terapia di gruppo intensiva per il disturbo ossessivo-compulsivo

Il modello è emerso dallo stato di crisi. Avevamo un paziente che si sentiva molto male e stavamo cercando una soluzione terapeutica. Abbiamo anche scoperto che molti dei nostri pazienti con disturbo ossessivo compulsivo non sono stati aiutati dalla consueta terapia cognitivo comportamentale con incontri 1-2 volte a settimana con compiti a casa, afferma Elizabeth Arenlind, psicologa e psicoterapeuta.

Osservando diversi studi, è stato sviluppato un modello di terapia intensiva di gruppo.

Impatto significativo sulla qualità della vita

Nel disturbo ossessivo-compulsivo ci sono pensieri e azioni ossessivi che sono così compulsivi da diventare un grosso ostacolo nella vita. Esempi di ossessioni includono la preoccupazione di dimenticare di chiudere a chiave la porta, la paura dello sporco o la paura di ferire qualcuno. Le compulsioni possono essere, ad esempio, controllare ripetutamente se i fornelli sono spenti, lavarsi le mani a lungo o ripetere una certa parola nella mente.

La persona potrebbe anche avere un forte bisogno di conferma da parte di coloro che la circondano. Ad esempio, una persona chiede spesso “e se pensieri” come; Ho chiuso la porta e non ho picchiato nessuno. Queste ossessioni e compulsioni richiedono molto tempo e, in alcuni casi, possono rendere difficile il funzionamento nella società.

Modello di terapia intensiva di massa

Nel disturbo ossessivo compulsivo, la prevenzione dell’esposizione e della risposta, un tipo di terapia cognitivo comportamentale, viene utilizzata come prima opzione. Questa psicoterapia consiste principalmente nell'imparare a gestire l'ansia provocata dalle ossessioni senza eseguire le compulsioni equivalenti. Con questo tipo di trattamento come base, la Clinica psichiatrica per adulti Simrishamn nell'area operativa di Kristianstad ha sviluppato un modello basato sulla terapia di gruppo intensiva di quattro giorni.

READ  I glicani possono insegnarci molto su infezioni e vaccini

– Molti pazienti hanno espresso preoccupazioni riguardo al far parte della terapia di gruppo. Vediamo che questa ansia scompare molto rapidamente. Diventa chiaro che non sei solo nella tua malattia. Lo psicologo del gruppo Johnny Perrella afferma che i partecipanti al gruppo si motivano a vicenda e diventa una buona dinamica.

I quattro giorni includono un'introduzione didattica, discussioni di gruppo e esposizione individuale a casa o dove avviene la coercizione. Il trattamento intensivo si conclude con un incontro di gruppo con i parenti.

– Abbiamo visto che la fine del trattamento intensivo con i parenti è importante sia per i pazienti che per i parenti. Per i parenti che sono stanchi della coercizione dei loro parenti, altri nel gruppo possono spiegare che non è qualcosa che può essere controllato senza strumenti. Anche in questo caso i parenti stretti hanno il compito di non partecipare alle azioni compulsive del paziente, ma di incoraggiare invece gli sforzi per non farlo, dice Johnny Perella.

Risultati e follow-up

Il follow-up viene effettuato dopo due settimane e uno dopo due mesi. Questi mostrano buoni risultati.

– È bello sapere come va il processo e vedere che i partecipanti continuano a lavorare in modo indipendente utilizzando i loro strumenti. Alcuni pazienti hanno anche confermato che ora hanno molto tempo per fare altre cose. Solleva domande come “Chi sono io adesso per non essere costretto?” Qui è importante riconoscere i valori dei pazienti per determinare un nuovo percorso nella vita, afferma Elizabeth Arenlind.

Disturbo ossessivo compulsivo – Disturbo ossessivo compulsivo – 1177 (1177.se)