TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Recensione: “Il sacrificio della primavera” di Ryan Bancroft Stravinskij

Concerto


Voto: 4.Scala di valutazione: da 0 a 5.

“Sacrificio di primavera”
Opere di: Georgy Ligeti, Sergei Rachmaninov, Igor Stravinsky
Direttore: Ryan Bancroft
Solista: Beatrice Rana
Con: Orchestra Filarmonica Reale
Luogo: Concertust, Stoccolma

Infine, l’americano Ryan Bancroft ha ospitato la sala da concerto come ospite. La prossima volta, a settembre, salirà sul palco come nuovo direttore principale della Royal Philharmonic. In mostra: l’imponente “High Mass” di Sven-David Sandström. Una scelta impegnativa e un gesto importante per il futuro art director.

Ma ora: alcune opere geniali del secolo scorso. Ebbene, il “Concerto romanico”, suonato raramente, dovrebbe essere considerato uno di questi. Composto da un giovane Giorgi Ligeti, nato esattamente 100 anni fa. Lontano dalle nuvole sonore litigiane associate a “2001” di Kubrick, ha scritto il suo pezzo da concerto “rumeno” all’interno della cornice folcloristica forzata del post-stalinismo.

Ecco che arriva Ryan Bancroft Accendi raffinati fuochi d’artificio orchestrali per sfidare e sbuffare i musicisti filarmonici al più alto livello, con il virtuosismo del violino romano/Roma guidato dal primo violino Joachim Svenheden.

“Paganini Variations” è un’opera tarda di Sergei Rachmaninoff in esilio americano, un concerto per pianoforte a coda composto da 24 note variazioni sui 24 Capricci per violino di Paganini. Rachmaninov inverte il tema minore e improvvisamente si trasforma in una melodia hollywoodiana (“Un regalo per il mio agente”…) particolarmente bella.

pianista stella italiana Beatrice Rana aveva il tipo di chiarezza, precisione e accuratezza che si possa desiderare. (Allo stesso tempo, ha pronunciato i bis più deliziosi: una trascrizione dolorosamente approssimativa de “Il cigno” di Saint-Saën). Purtroppo l’accompagnamento non è all’altezza del suo status: nel Rachmaninov il direttore d’orchestra Bancroft avrebbe dovuto creare più apertura.

READ  I minatori di bitcoin si sono chiusi quando la difficoltà di mining ha raggiunto nuovi minimi

Forse è la sua tecnica ritmica simile a una danza e affascinante che a volte richiede una musicalità eccessivamente esuberante a scapito dell’equilibrio tonale. L’iconico “Spring Sacrifice” di Igor Stravinsky non è più l’ultimo test del maestro – l’ho sentito eseguito da giovani e suonato da orchestre amatoriali. Mi aspettavo più controllo vocale da un futuro direttore filarmonico.

Leggi di più sulla musica e altre recensioni di concerti