TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Previsioni per un autunno freddo per la Svezia: la seconda crescita più bassa nell'UE

Previsioni per un autunno freddo per la Svezia: la seconda crescita più bassa nell'UE

La Commissione europea conta Aspettative di recessione economica La crescita della Svezia nel 2020 sarà dell'1,0%. È il livello più basso dell’Unione Europea dopo l’Italia.

“È chiaro che l'economia svedese sta rallentando. La domanda interna e gli investimenti in particolare sono deboli”, afferma il rapporto.

Secondo la Commissione, le esportazioni svedesi stanno guidando la crescita mentre l'economia del più importante partner commerciale della Svezia, come la Germania, sta rallentando.

Anche la crescita economica nell’UE nel suo complesso dovrebbe essere relativamente bassa, pari all’1,4%, inferiore a quanto previsto l’estate scorsa.

-Stiamo entrando in un nuovo periodo. Siamo cresciuti in sette anni e la crescita è stata significativa negli ultimi tre anni. Non è più così, ha detto giovedì il commissario economico dell’Unione europea Pierre Moscovici.

La crescente incertezza nel mondo esterno ha colpito in particolare l’industria manifatturiera e quindi la Germania, che di solito viene vista come il motore economico dell’Unione Europea. Nel corso del prossimo anno, si prevede che il paese crescerà ad un tasso basso quanto quello svedese: 1,0% del PIL.

Allo stesso tempo, ha avvertito che la speranza di una ripresa della crescita nelle aspettative precedenti non esiste più.

– Non ci aspettiamo una ripresa nel 2020 e nel 2021, come è avvenuto in precedenza, ha detto Moscovici, ma ha aggiunto che non è prevista nemmeno una nuova grave recessione.

Lontano dall’obiettivo svedese sulla disoccupazione

Nel corso del prossimo anno, la Commissione stima che la disoccupazione in Svezia salirà al 7,1%. Si prevede che solo cinque paesi dell’Unione Europea avranno una percentuale più elevata di persone in cerca di lavoro. La commissione parla di un “notevole deterioramento del mercato del lavoro”.

READ  Gli svedesi continuano ad acquistare prodotti nella lista nera

Questo è ben lontano dall'obiettivo ormai accantonato del governo di raggiungere il livello di disoccupazione più basso nell'UE entro il 2020. Invece, il primo posto sembra destinato alla Repubblica Ceca con un tasso di disoccupazione del 2,2%.