TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Per Magnus Johansson: Test biologici eccessivi e ADHD nei bambini di 5 anni correggono i bambini.

Più recentemente, i moderati hanno suggerito che le aule scolastiche nelle aree emarginate dovrebbero essere prontamente testate per l’ADHD con riferimento a più persone in grado di curare. Ciò ridurrà il crimine delle bande.

“All’età di cinque anni in un centro per l’infanzia, dovresti essere in grado di farlo”, afferma Irene Svinius, consulente finanziario regionale dell’area di Stoccolma per Expressen. E altre affermazioni di SVT: “Ci sono molti meno bambini nelle aree ad alto rischio rispetto ad altre aree a cui è stato diagnosticato l’ADHD e quindi non ricevono cure e supporto adeguati a scuola. Vogliamo correggerlo”.

L’abolizione della profonda prospettiva psicologica e umanistica spesso non porta a conclusioni fragili. Alla sua scia di solito segue la superficialità, le semplificazioni, i numeri, la biologia sfuggente, e le richieste di test, diagnosi e farmaci di accompagnamento. Preferibilmente il prima possibile. Così finisce l’odioso e spaventoso crimine di gruppo. Ma chi crede veramente in questo modo di pensare? Quali sono le conseguenze di una tale visione umanistica?

I politici, come noi, devono affrontare una domanda importante: a cosa possiamo credere? Come conciliare la necessità di credere nel futuro dei nostri figli con la conoscenza razionale? È possibile coniugare prospettiva scientifica e convinzione nella responsabilità sociale nell’uomo e nelle sue capacità? o metti diversamente; Come continuare i nostri studi sistematici e le indagini empiriche, includendo allo stesso tempo la necessità di credere nel diritto del bambino a fallire e di poter ottenere sostegno nella ricerca della propria strada?

La conversazione politica si è sempre più trasformata in una guerra di situazioni in cui l’uno vive a spese dell’altro.

A mio avviso, il momento clou della campagna elettorale svedese recentemente conclusa è stato il tentativo dei partiti politici di superarsi a vicenda esaltando l’importanza della sorveglianza e del controllo e punendo coloro che si allontanano e sono visti come una minaccia. Semplicità e dogmatismo caratterizzano il dibattito politico. La saggezza, la ragione, il ragionamento, la volontà di assumersi la responsabilità dell’altro e di cercare di creare una società dignitosa, che dovrebbe essere un faro e organizzare la vita di ciascuno di noi, tendevano a brillare della loro assenza. La conversazione politica si è sempre più trasformata in una guerra di situazioni in cui l’uno vive a spese dell’altro. In questo approccio, alla fine tutti tendono ad essere dei perdenti.

READ  Quindi ti viene mal di pancia quando provi a mangiare...

Abbiamo creato una società in cui la società è debole e fragile e dove i progetti individuali disparati diventano ciò che resta. Questo non è vero in una società fondamentalmente incapace di fornire strutture istituzionali per affrontare le grandi questioni esistenziali. L’individuo abbandonato sarà quindi indirizzato ad affrontare queste domande da una prospettiva di vita individuale e da questa posizione cercherà le risposte che possono essere ottenute. Tale struttura, per ragioni facilmente comprensibili, crea anche il rischio di varianze e risposte separate a complesse domande esistenziali. Questo pericolo non è sottovalutato dal fatto che le problematiche psicologiche ed educative sono state nel tempo eliminate e sostituite da un discorso sempre più efficace. La biologia tende a oscurare il pensiero qualificato, preciso, solidale e responsabile.

Non possiamo sfuggire alle domande associate all’ambiguità nelle nostre vite. Nonostante tutti i progressi scientifici, c’è molto che non sappiamo. L’incontro con l’inimmaginabile, l’incomprensibile e il meraviglioso fa parte delle circostanze della vita. Sembra importante cercare di creare strutture intellettuali logiche a cui appartengano le questioni nel campo delle scienze naturali, che appartengano alle discipline umanistiche, che appartengano alla psicologia e alla pedagogia, e che appartengano alla politica e all’etica. E quali sono le domande a cui non abbiamo una risposta. A volte dobbiamo sapere che non lo sappiamo. Almeno non per ora.

Abbiamo creato una società in cui la società è debole e fragile e dove i progetti individuali disparati diventano ciò che resta.

Attualmente, l’idea prevalente è che una scienza con la lettera V abbia risposte a tutte le domande. Ciò significa che la biologia grezza è diventata un compagno naturale che promuove un tale approccio alla conoscenza e alla vita. Noi umani finiamo per essere intrappolati nelle nostre stesse prove e statistiche e cerchiamo di ridurci a un corpo chimicamente definito e senza il nostro linguaggio. Il vuoto risuona nelle nostre anime razionali.

READ  Cura dell'endometriosi - Sahlgrenska riunisce e guida il lavoro

È fondamentale poter stabilire frontiere umanistiche e ben studiate in relazione alla ricerca biologica qualificata, ad esempio su varie malattie e sulla biologia ideologicamente specifica, che tenta di risolvere questioni che appartengono principalmente a un altro campo della conoscenza.

L’attuale proposta di prevenire il crimine delle bande testando in massa i bambini di cinque anni per l’ADHD è, nella migliore delle ipotesi, un segno di un desiderio utopico di creare una società libera dal crimine. Nel peggiore dei casi, è espressione dell’allineamento disciplinare dei bambini che non hanno ancora iniziato la scuola. Coloro che hanno bisogno di supporto, comprensione e strutturazione dei confini per iniziare l’infinita avventura di apprendimento.

Per Magnus Johansson è psicoanalista, psicologo, psicologo clinico nonché professore associato di storia delle idee e dell’apprendimento e autore.

Per saperne di più sulla cultura del Gran Premio:

Leggi anche: La differenza tra passato e presente è immaginaria

Leggi anche: Preoccupazione che la psichiatria cura i bambini

La redazione culturale di GP ti consiglia su eventi e avvenimenti della settimana e ti guida attraverso la vita culturale a Göteborg.

Per iscriverti alla newsletter hai bisogno di un account digitale gratuito che ti dia tanti vantaggi. Segui le istruzioni e iscriviti alla newsletter quaggiù.