TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Besatt Norma på Folkoperan i höst

Ossessionato da Norma al Folkoperan questo autunno

Il regista teatrale Erik Stubo farà il suo debutto svedese come regista d'opera al Folköperan questo autunno. L'opera italiana Norma di Bellini del 1831 è uno dei drammi più potenti e stravaganti della letteratura operistica ed è ambientata in una vera e propria polveriera di passione, tradimento, guerra e ossessione. Strumentazione consolidata nel tempo, direzione personale profondamente ponderata e nuovi modi in cui i cantanti si adattano alla tradizione del belcanto renderanno la produzione di Norma qualcosa fuori dall'ordinario.

Norma debutta con due gruppi canori al Folkoperan il 14 e 15 settembre.

L'opera Norma di Bellini è un gioiello della tradizione del bel canto italiano associato al bel timbro e all'abilità artistica del canto. Arian Casta Diva è diventata quasi iconica. La musica lirica oscilla tra arroganza e grandezza, tra vicinanza e abisso. Alla sua prima, l'opera era vista come innovativa e rivoluzionaria poiché Bellini si concentrava su parole e azioni. Ambientato in un paese occupato in guerra, il potente dramma triangolare in stile Medea oscilla tra calore e rabbia, disperazione e chiarezza.

Al centro c'è Norma, la leader spirituale del paese che ha una storia d'amore segreta con Pollione, il leader delle forze di occupazione. Nonostante Pollione abbia una relazione con Adalgisa, l'amica di Norma, e la storia d'amore metta Norma, i bambini nascosti e tutto il suo popolo in pericolo mortale, lei rifiuta di arrendersi.

Eric Stubo Le produzioni sono caratterizzate da una regia personale sottile, semplice e profonda, ed è nella sua interpretazione di Norma Bellini che apprendiamo di Norma e del suo dilemma.

In quanto Alta Sacerdotessa, è cresciuta in una forte tradizione religiosa ed è una donna di alto status sociale e di grande potere. Attraverso una relazione segreta con il leader delle forze di occupazione, Pollione, diventa madre single di due bambini che nasconde per risparmiare loro l'ira della gente. L'esercito e il popolo vogliono entrare in guerra per rovesciare la potenza occupante, ma Norma aspetta più a lungo, combattuta tra sentimenti contrastanti. Ma presto diventa chiaro che Pollione aveva una relazione amorosa con la sacerdotessa Adalgisa…

READ  L'autore locale ha vinto il premio del libro » Norra Halland

Direttore musicale di opera popolare Henrik Schäfer Corrisponde all'attuale direzione personale di Stubø con un'esplorazione di come la musica di Bellini possa crescere musicalmente lasciando il posto al dramma. Verranno suonati strumenti antichi, fornendo un paesaggio sonoro unico e aprendo nuovi modi per i cantanti di imitare le tradizioni del bel canto.

“La nostra orchestra suonerà gli ultimi archi e gli ottoni vecchio stile dell'epoca di Bellini, o almeno copie degli stessi. Ci darà l'opportunità di interpretare la Norma in un modo che il pubblico non ha mai sentito prima. In collaborazione con i musicisti dell'orchestra , approfondiremo il tempo di Bellini e cercheremo quel suono specifico che crediamo volesse sentire.” afferma Henrik Schäfer, direttore d'orchestra, arrangiatore e direttore musicale del Volkoberan.

Anteprima: 14 e 15 settembre 2022

Musica: Vincenzo Bellini

Testo scritto: Felice Romani

Tradotto da: Tuvalisa Rangström

Direttore e orchestrazione: Henrik Schäfer

Regia: Eric Stube

Scenografia e costumi: Magdalena Aberg

Luci: Ellen Roeg

Maschera: Theresia Frisk

Leader: Maria Itkonen e Sofia Winiarski.

la banda:

Norma: Julia Spursen/Kaisa Lindberg

Pollione: Daniel Svensson/Per Lindström

Adalgisa: Anne Christine Jones/Susanna Wolfe

Orofeso: Johann Schenkler/Joel Kehle

Clotilde, la migliore amica di Norma: Rebecca Elsgaard/Julia Holmberg Akerberg

Flavio, amico di Pollione: Matthias Gounari

Coro e Orchestra d'Opera Popolare