TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ora si apre la finestra di trasferimento – ecco i nomi più importanti

Di solito non ci sono così tanti trasferimenti giganteschi durante la finestra di gennaio come durante la finestra estiva quando la maggior parte dei club è nel mezzo della stagione, ma ciò non significa che non accada.

Tra i più grandi trasferimenti ci sono Fernando Torres al Chelsea, Pierre-Emerick Aubameyang all’Arsenal, Bruno Fernandes al Manchester United, Virgil van Dijk al Liverpool e Philippe Coutinho al Barcellona.

Ad esempio lo svedese, la Juventus ha reclutato Dejan Kulusevski durante la finestra di gennaio 2020.

Erling Braut Haaland

La star norvegese è senza dubbio il nome più importante sotto la finestra invernale. Ma perché il Borussia Dortmund dovrebbe liberare uno dei migliori attaccanti del mondo?

Bene, perché questo è l’ultimo periodo di transizione prima che la clausola di acquisizione abbia effetto.

Quando il Borussia Dortmund ha acquistato Erling Braut Haaland dall’RB Salzburg, il superagente Mino Raiola (incluso Zlatan nella sua scuderia) ha negoziato una clausola che consente ai club nel giugno 2022 di acquistare il norvegese a un prezzo di vendita di 75 milioni di euro. Secondo Transfermarkt il valore di mercato è doppio.

Se il Dortmund vuole ottenere la moneta per la sua stella, vuole venderla già a gennaio.

Le voci su un possibile trasferimento di gennaio hanno iniziato a prendere piede quando dopo la vittoria del Borussia Dortmund su Gruther Fürth il 15 dicembre, Haaland è stato visto agitare qualcosa che potrebbe essere interpretato come un addio ai tifosi del club: è stata l’ultima partita in casa del Dortmund prima dell’attuale pausa invernale. .

Haaland ha segnato 76 gol e 20 assist in 75 partite con il Dortmund, un risultato che lo rende uno dei migliori giocatori al mondo.

READ  Ecco perché Jonas Ericsson ha smesso di giudicare Blavett

Real Madrid, Barcellona, ​​Manchester United e Manchester City sono probabili destinazioni se la mossa diventa realtà.

Ousmane Dembele resterà a Barcellona?

Foto: Pressinphoto / Shutterstock

Ousmane Dembele

Il francese si aspettava un futuro brillante quando ha guidato la Ligue 1 francese quando aveva solo 18 anni. 12 gol e 5 assist hanno permesso al Borussia Dortmund di reclutare l’ala ruggente.

Ousmane Dembele è riuscito nel club tedesco segnando 10 gol e realizzando 22 assist in 50 partite. Poi il Barcellona ha scelto di aprire davvero il portafoglio.

Nel 2017, il grande club spagnolo ha annunciato di aver ingaggiato la 19enne stella cadente per 135 milioni di euro.

Tuttavia, non c’è stato alcun successo per il 24enne Dembele. Una volta che gioca, è spesso uno dei migliori giocatori in campo, ma è proprio lì che colpisce la scarpa: di solito si infortuna.

Durante i suoi quattro anni e mezzo al Barcellona, ​​​​ha giocato 126 partite, ma ha anche saltato 104 partite a causa di vari problemi di infortunio. Tuttavia, è ancora giovane, quindi il club che supererà i problemi di infortunio del francese avrà a disposizione un giocatore fondamentale.

Il Barcellona, ​​guidato dall’allenatore Xavi, vuole l’estensione, ma secondo il giornalista di trasferimento riconosciuto Fabrizio Romano, il club non vuole accettare le richieste di stipendio di Ousmane Dembele. Invece, il nuovo ricco club della Premier League Newcastle United vorrà offrirgli uno stipendio colossale come prima acquisizione di prestigio.

Lorenzo Insigne di Napoli è l'uomo dei pettegolezzi.

Lorenzo Insigne di Napoli è l’uomo dei pettegolezzi.

Foto: Insidefoto

Lorenzo Insigne

Si dice che il vincitore dell’Europeo di quest’estate sia in viaggio dal Napoli. L’italiano ha fatto parte del club per gran parte della sua vita e ha preso il timone quando Marek Hamsik è partito per la Cina nel 2019.

Il contratto scade quest’estate, il che significa che a gennaio è libero di parlare con i club che vuole firmare anticipatamente.

Si dice che sia il Napoli che Lorenzo Insigne vogliano il prolungamento, ma come in molti altri casi sono le rivendicazioni salariali a premere il freno. L’italiano vuole un contratto più lungo con almeno lo stesso stipendio, ma il Napoli non vuole soddisfare i requisiti perché Insigne ha compiuto 30 anni. Si dice invece che vogliano tagliargli lo stipendio.

Il club di cui si parla potrebbe essere uno shock. Secondo Fabrizio Romano, il club di Toronto Major League Soccer avrebbe sul tavolo un’offerta di contratto di cinque anni e mezzo. In caso di trasloco, sarebbe il MFL più pagato di sempre con uno stipendio stagionale garantito di 11 milioni di euro al netto delle tasse.

Si dice che il Manchester United abbia rifiutato un'offerta di prestito dal Siviglia ad Anthony Martial.

Si dice che il Manchester United abbia rifiutato un’offerta di prestito dal Siviglia ad Anthony Martial.

Foto: Sergio Ruiz / Pressinphoto / Shutterstock

Antonio Marziale

Quando il Manchester United ha reclutato Anthony Martial dal Monaco per una cifra che potrebbe raggiungere gli 80 milioni di euro, il francese è diventato l’adolescente più costoso del mondo.

Occasionalmente, Martial è stata all’altezza della sua reputazione allo United. Ha già segnato 17 gol durante la sua stagione d’esordio, portando molti fan a credere che il club abbia reclutato la “prossima grande novità”.

Ma poi la prestazione del francese è rimasta stagnante e nella stagione successiva ci sono stati solo otto gol. La stagione 19-20 è finora il suo miglior punto con 23 gol e 12 assist in 48 partite.

In totale sono state 268 le presenze, 79 i gol e 50 gli assist per Martial con la maglia dello United, ma ormai si dice che la sua permanenza al club sia finita. Il suo agente Philippe Lampoli ha recentemente affermato che il suo cliente vuole lasciare il club e l’allenatore Ralph Rangnick da allora ha confermato questa informazione.

Il francese ha ancora un contratto fino al 2024, quindi la mossa potrebbe rivelarsi costosa. Si dice che il Siviglia abbia già fatto un’offerta di prestito, che il Manchester United avrebbe trattenuto.

Il duo d'attacco dell'Arsenal Alexandre Lacazette e Pierre-Emerick Aubameyang.

Il duo d’attacco dell’Arsenal Alexandre Lacazette e Pierre-Emerick Aubameyang.

Foto: Javier Garcia / Shutterstock

Doppio attacco dell’Arsenal

Il capitano dell’Arsenal Pierre-Emerick Aubameyang, 32 anni, ha un contratto da un anno e mezzo ed è stato recentemente privato del capitano dell’Arsenal al club londinese a causa di problemi disciplinari, a quanto pare non la prima volta.

In assenza del Gabon, l’Arsenal ha collezionato grandi vittorie e non sembra mancare affatto. Quindi il club potrebbe ora essere disposto a vendere il suo attaccante stella. Prova di ciò è il rilascio prematuro di Aubameyang del campionato africano.

Detto questo, Aubameyang è una celebrità nello spogliatoio e in precedenza ha segnato punti sulla catena di montaggio. La difficoltà di vendere potrebbe essere il suo stipendio alto: è tra i più pagati dell’intera Premier League.

E a proposito di Arsenal, non dobbiamo guardare oltre il collega attaccante di Aubameyang Alexandre Lacazette per trovare la prossima voce. In assenza di Aubameyang, Lacazette ha invece indossato la cravatta di capitano e nelle ultime partite ha impressionato, sia in termini di produzione punti che nel match spalle alla porta.

Il contratto del 30enne scade quest’estate e l’Arsenal dovrebbe essere disposto a prolungare solo di un anno, mentre il francese vuole un contratto più lungo. Se le parti non dovessero trovare un accordo, l’Arsenal potrebbe scegliere di cederlo a gennaio per evitare di liberarlo gratuitamente entro sei mesi.