TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

ONU: Nuovo tentativo di evacuare i civili dalle acciaierie

Le Nazioni Unite hanno inviato una nuova colonna di veicoli ad Azovstal nel tentativo di evacuare i civili, secondo il coordinatore umanitario delle Nazioni Unite Martin Griffiths. La colonna dovrebbe arrivare venerdì mattina.

Lo sforzo viene compiuto in collaborazione con il Comitato Internazionale della Croce Rossa. Pochi giorni fa, le organizzazioni sono riuscite a evacuare più di cento persone dalle acciaierie.

Il sindaco di Mariupol ha dichiarato che all’interno dell’area del gigante si nascondono circa duecento civili. Tra loro ci sono circa 30 bambini, secondo le autorità ucraine. Ma il numero è incerto.

Non è chiaro il cessate il fuoco

La Russia aveva promesso alle truppe dell’acciaieria di smettere di combattere giovedì mattina. Secondo il ministero della Difesa russo, il cessate il fuoco inizierà dalle 7:00 alle 17:00 tutti i giorni da giovedì a sabato, per consentire ai civili di lasciare la struttura.

Sebbene le informazioni sul cessate il fuoco siano divise. Un portavoce del Cremlino ha affermato oggi che i corridoi umanitari “funzionavano”.

Ma l’Ucraina non condivide questa immagine.

– I russi hanno infranto la promessa del cessate il fuoco e non hanno permesso l’evacuazione dei civili, che continuano a nascondersi dai bombardamenti nei sotterranei della fabbrica, afferma in un video su Telegram Svgatoslav Palamar, comandante del controverso reggimento Azov .

“Inferno sulla terra”

Gli attacchi alle acciaierie di Mariupol, l’ultimo avamposto della città fuori dal controllo russo, continuano ad alta intensità.

– Se c’è l’inferno sulla Terra, è ad Azovstal, dice Petro Andryushenko, consigliere del sindaco di Mariupol, CNN Di mattina.

Dice che la zona è stata recentemente oggetto di continui bombardamenti di artiglieria.

READ  I soldati kazaki indossano elmetti con l'emblema delle Nazioni Unite

Andryushenko ha affermato che le aree residenziali vicino ad Azovstal sono state rapidamente evacuate volontariamente.

– Gli ultimi 11 chilometri quadrati di libertà a Mariupol si sono trasformati in un inferno, ha detto.

‘tentativi falliti’

Secondo le forze di difesa ucraine, le forze russe hanno fatto tentativi “infruttuosi” di avanzare nelle regioni di Kharkiv e Donetsk. Le forze armate hanno anche scritto su Facebook che la Russia continua a lanciare robot nelle infrastrutture per impedire il trasferimento di aiuti umanitari e supporto militare, secondo l’Associated Press.

Da parte sua, la Russia ha affermato che giovedì la sua forza aerea ha distrutto 45 strutture militari ucraine.

Nessuna delle informazioni è stata confermata.

Mercoledì, secondo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, un totale di 344 civili sono stati evacuati dalla regione di Mariupol.

– Sono grato a tutti coloro che sono riusciti nell’evacuazione, come ha affermato nel videoclip che ha postato nella notte dei social media mercoledì sera.

Secondo Zelensky, si aggiunge a coloro che sono già stati evacuati dalle acciaierie.

– Negoziamo e speriamo di continuare a salvare le persone di Azovstal, di Mariupol. Ci sono ancora civili – donne e bambini – là fuori. Abbiamo bisogno di un cessate il fuoco prolungato per salvarli.

Aree sotto il controllo russo e aree con presenza militare russa il 4 maggio. Foto: Johan Hallnäs/TT