TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nuovi test robot dalla Corea del Nord | GP

L’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap ha riferito di prima notte, ora della Svezia, del sospetto test. Poco dopo, il vicino del nord lo difese.

“Nell’ambiente ostile, nessuno può negare il nostro diritto di difenderci e di testare le armi”, ha detto all’Assemblea generale delle Nazioni Unite l’ambasciatore del Paese alle Nazioni Unite, Kim Sung.

– Stiamo espandendo la nostra difesa nazionale solo per essere in grado di difenderci e proteggere la sicurezza e la pace nel nostro paese, ha detto.

Non è noto che tipo di robot siano stati testati.

I robot balistici sono vietati

Dopo non aver condotto alcun test sui robot da marzo, la Corea del Nord ha condotto due test sui robot all’inizio di settembre. Secondo l’esercito sudcoreano, un tempo erano robot balistici, armi che il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite aveva vietato di testare.

La Corea del Nord è soggetta a severe sanzioni da parte delle Nazioni Unite e degli Stati Uniti a causa dei programmi di armi nucleari e robotiche del paese. Ma il paese non ha mostrato segni di rinuncia ai suoi test poiché ha lavorato per stringere i muscoli nell’ultimo mese.

La scorsa settimana, la sorella del dittatore Kim Jong Un, Kim Yo Jong, ha affermato che la Corea del Sud deve smettere di agire ostile al suo vicino del Nord per raggiungere un accordo di pace. Lunedì, l’agenzia di stampa ufficiale KCNA ha scritto che gli Stati Uniti sono “il peggior criminale dei diritti umani del mondo”.

Richiede il ritiro degli Stati Uniti

L’ambasciatore delle Nazioni Unite Kim Song ha anche chiesto che la Corea del Sud e gli Stati Uniti interrompano immediatamente le esercitazioni militari congiunte, che tutte le armi destinate alla Corea del Nord vengano rimosse in modo permanente e che il Paese sia pronto per i colloqui se ciò accade.

READ  Il grande investimento fornirà un vaccino entro 100 giorni nella prossima pandemia

“Ma vediamo che al momento non c’è possibilità che gli Stati Uniti stiano seriamente considerando di allentare le loro politiche ostili”, ha detto.

Questa affermazione si applica, tra le altre cose, al lancio di prova della Corea del Sud di un missile balistico lanciato da un sottomarino a settembre.