TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Molti paesi sono preoccupati per i Democratici svedesi

New York. Durante la Settimana delle Nazioni Unite, è una domanda che Anne Lind (Q) riceve ripetutamente dai politici americani:

Cosa significano i progressi dei Democratici svedesi in termini di politica di sicurezza?

– Non è un segreto che molti paesi siano preoccupati per questa questione, ha affermato il ministro degli Esteri uscente.

Anna Lind Guardando il trambusto dall’ufficio d’angolo della delegazione svedese delle Nazioni Unite al 46° piano. Dietro la finestra, i grattacieli di Manhattan hanno fatto dei buchi nel cielo. Lì, tra taxi gialli, i diplomatici si precipitano tra le riunioni.
Qui a New York, Lindy è al suo ultimo viaggio internazionale prima di appendere il suo cappello da Segretario di Stato. Nella stessa sede delle Nazioni Unite dove ha iniziato il suo percorso nella carica di ministro tre anni fa.
– È triste, dice. È stato intenso e significativo. Ovviamente ti mancherà.
Ha avuto solo il tempo di incontrare l’inviato per il clima di Biden, John Kerry, in questo giorno in cui Aftonbladet la incontra e parte per un incontro con Malala, con tappa all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, dove un incontro ad alto livello con 150 capi di stato è in corso.

domanda delicata

Presto, l’esperto politico S consegnerà le redini della politica estera. A chi e da quale partito resta da vedere, quando il blocco di destra sta ora contrattando per incarichi pesanti dopo le elezioni.
Linde prevede che la sfida più grande che dovrà affrontare il suo successore potrebbe essere il punto di vista dei quattro partiti di destra sparsi sulla politica estera e di sicurezza. Pensi che ci possano essere negoziati difficili su molte questioni.

READ  Il prossimo mandato di Trump potrebbe essere peggiore del primo

Ci sono due cose che mi preoccupano un po’, dice Linde sul futuro della Svezia nel mondo dopo il cambio di governo.

Attento, si tratta di aiuti e politica estera femminista, questioni che le stanno a cuore.

Appena una settimana prima delle elezioni, i socialdemocratici si sono espressi con ancora più forza, avvertendoli in particolare Democratici svedesi Stretti legami con il regime di Putin. Il governo ha affermato che l’amicizia di SD con la Russia rappresentava un formidabile rischio per la sicurezza della Svezia. I Democratici svedesi si sono affrettati a farlo Rispondi alle critiche.
In occasione della guerra di aggressione di Putin in Ucraina, il ministro della Difesa Peter Hultqvist ha sottolineato che la Svezia è in una posizione pericolosa se l’SD richiede incarichi ministeriali o funzionari in posizioni strategiche nei comitati.

Ora, quando i risultati elettorali sono chiari e il DDP è il più grande partito del blocco di destra, Anne Lindy è in poche parole. Afferma che le critiche a un governo di transizione sono delicate.

– Abbiamo commentato questa domanda in dettaglio prima delle elezioni. Questo è certo, dice succintamente.

Anne Lind, Segretario di Stato uscente.
Anne Lind, Segretario di Stato uscente.

Lindy: C’è preoccupazione per l’impatto di SD

Allo stesso tempo, la questione dell’impatto dello sviluppo sostenibile sta ribollendo tra i politici stranieri, sia all’interno dell’Unione Europea che negli Stati Uniti.

Lo scorso fine settimana, è stato anche riferito che la collaborazione dei liberali con i Democratici svedesi sta provocando indignazione all’interno del gruppo del partito al Parlamento europeo.
Lindy sente toni simili.

Non è un segreto che molti paesi siano preoccupati per l’ascesa dei nazionalisti di destra. È una delle domande più frequenti ora: cosa significa? dice Lindy.

READ  Qui, l'ex presidente Hu Jintao esce dalla cerimonia di chiusura

– Posso solo essere onesto e dire che non lo sappiamo davvero – ma ovviamente c’è anche preoccupazione per noi. In paesi come Francia e Germania, anche i partiti nazionalisti di destra hanno una grande influenza. Naturalmente ha conseguenze per la politica.

Quali preoccupazioni di coloro con cui ho parlato suonano come il potenziale impatto di SD sulla politica estera?

– Molte persone fanno domande su questioni di assistenza e relazioni con la Russia, che sono ben note in molti luoghi. Non ci sono segreti. Di recente oggi da politici americani, che hanno chiesto informazioni sul retroscena di movimenti come nazismo, fascismo ed estremismo e cosa significherebbe.

Tuttavia, non vuole identificare i politici statunitensi coinvolti.
– Non voglio fare nomi. Più di un semplice politico oggi me lo ha chiesto.

Sede delle Nazioni Unite.
Sede delle Nazioni Unite.

La Turchia fa pressioni sulla Svezia

Allo stesso tempo, il processo per ottenere l’adesione della Svezia alla NATO e alla Turchia continua a esercitare pressioni sulla Svezia con ultimatum.

Le richieste si basano sul desiderio della Turchia di estradare i curdi svedesi elencati, che Erdogan ha descritto come terroristi, per essere estradati. In caso contrario, lo stato minaccia di fermare la richiesta della NATO svedese.
Quando i risultati delle elezioni svedesi sono diventati chiari la scorsa settimana, la Turchia ha avvertito Ulf Christerson che la Svezia deve mantenere le sue promesse il prima possibile se l’adesione all’alleanza di difesa è una realtà.
– Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha lamentato che finora non sono stati presi provvedimenti concreti.
Durante il suo viaggio a New York, Lindy ha incontrato la sua controparte turca, Cavusoglu. Sarà uno dei suoi ultimi sforzi per l’operazione NATO.

READ  Le parole di Mette Frederiksen sul capo dell'intelligence arrestato: 'Seriamente'

“Gli dirò che abbiamo un accordo e seguiremo quell’accordo”, disse seccamente.

A giugno è stato raggiunto un accordo tra Svezia, Finlandia e Turchia in cui i paesi hanno deciso di rafforzare la cooperazione contro il terrorismo. Tuttavia, non sono d’accordo su cosa significhi esattamente.

– È importante per noi dimostrare che è seria, e lo è. La Svezia ha rafforzato in modo significativo gli elementi legali nella lotta al terrorismo e ha affermato che aumenteremo lo scambio di informazioni tra i servizi di intelligence, mentre è chiaro che tutte le consegne vengono eseguite come prima, spiega Linde.

– Cioè, secondo la legge svedese e la Convenzione europea sull’estradizione. Avverte che continuerà ad essere così.

Chiunque diventi il ​​nuovo ministro degli Esteri svedese può criticare il modo in cui procedono i negoziati della NATO. Il via libera di Turchia e Ungheria è ancora in vigore, ma il 90 per cento degli Stati membri della NATO ha ora accettato la richiesta della Svezia.

Ann Lind ha cresciuto se stessa e i suoi colleghi per questo.
Sono soddisfatto di poterlo consegnare al mio successore e sono ben consapevole della quantità di lavoro che abbiamo impiegato per arrivare a questo punto.

Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu stringe la mano a Magdalena Anderson.  La foto mostra anche il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, il presidente finlandese Sauli Niinistö e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.
Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu stringe la mano a Magdalena Anderson. La foto mostra anche il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, il presidente finlandese Sauli Niinistö e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

Nazioni Unite.
Nazioni Unite.