TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Massimiliano Allegri è sospettato di reati fiscali

Foto: Gonzalo Arroyo Moreno / Getty Images Europa

Massimiliano Allegri recluta spesso lo staff tecnico della Juventus.

Ma invece di titoli sulla nuova acquisizione, il 53enne è finito in un’indagine per riciclaggio di denaro.

– Dichiaro di non essere assolutamente toccato da alcuna attività illecita, scrive lo stesso Alegri sui social.

Il quotidiano italiano La Verita ha rivelato proprio oggi un’importante inchiesta sulla banca centrale del Paese, la Banca italiana.

Secondo il quotidiano, la banca ha ricevuto da tempo pagamenti sospetti dall’estero, soprattutto perché sospettata di scommesse illegali e collegamenti con la mafia calabrese, in particolare da una società maltese.

Complessivamente il ruolo di Allegri è quello di aver ricevuto personalmente due pagamenti nel novembre 2017 da una società sospettata di essere coinvolta in attività di scommesse illegali.

“Nota che mi hai attaccato”

Lo stesso Allegri domenica ha commentato le accuse:

– Dichiaro di non essere certamente affiliato ad alcuna attività illegale o irregolare, e ad alcuna violazione della Legge Antiriciclaggio Tudosport.

La Juventus è arrivata quarta la scorsa stagione, a 13 punti dall’Inter.

Pubblicato:

Sport placcato – AllSvenscon

Iscriviti alla nostra newsletter su AllSvenscon – Cronache, rapporti, interviste, recensioni e classifiche.

READ  Al via il carosello formativo italiano