TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lo studio mostra che gli anticorpi del covid-19 rimangono dopo un anno

Per un anno, i ricercatori del Danderyd Hospital hanno monitorato l’immunità delle persone con il virus.

Ora possono vedere che la maggior parte delle persone ha ancora alti livelli di anticorpi dopo un anno.

Inoltre, gli anticorpi agiscono anche contro le varianti del virus.

Lo studio è iniziato nella primavera del 2020.

A quel tempo, sono stati raccolti campioni da più di 2.000 dipendenti Ospedale Danderyds, dove è stato riscontrato che circa il 19% aveva anticorpi contro sars-cov-2.

Allo stesso tempo, sono stati raccolti anche campioni da circa 100 pazienti infetti da COVID-19 che hanno ricevuto cure ospedaliere.

Successivamente, il gruppo è stato seguito regolarmente.

Ora, 12 mesi dopo, più dell’80% di coloro che hanno sviluppato sintomi lievi avevano ancora livelli anticorpali misurabili.

Per coloro che hanno ricevuto cure ospedaliere, avevano livelli di anticorpi misurabili un anno dopo.

Esaminando regolarmente i partecipanti allo studio ogni quattro mesi, abbiamo raccolto dati unici che illustrano il ciclo nell’arco di un anno. In sintesi, possiamo dire che vediamo una risposta anticorpale complessivamente buona un anno dopo l’infezione da COVID-19 lieve, afferma Charlotte Thalin, M.D. e ricercatrice presso il Danderyd Hospital, In un comunicato stampa.

Funziona anche contro le variabili

I ricercatori hanno anche esaminato la capacità degli anticorpi di proteggere contro nuove varianti del virus e sono stati in grado di vedere che si legano anche alle varianti alfa e delta, le due varianti che ora rappresentano la maggior parte della prevalenza in Svezia e in Europa.

– Charlotte Thalin dice che è rassicurante vedere che gli anticorpi legano anche queste varianti virali più infettive.

READ  Un vaccino contro l'Alzheimer potrebbe diventare realtà

Inoltre, i ricercatori vedono che i livelli di anticorpi in coloro che hanno contratto il COVID-19 aumentano dopo che le persone sono state vaccinate. Pertanto, incoraggiano tutti a vaccinarsi, indipendentemente dal fatto che siano infetti o meno.

Affermano che gli anticorpi sembrano durare a lungo e non dovrebbero essere interpretati nel senso che ora è possibile smettere di seguire le raccomandazioni.

Nonostante questo messaggio positivo, è importante che tutti continuino a seguire le raccomandazioni delle autorità e si vaccinano indipendentemente dal fatto che abbiano o meno il covid-19. Vediamo che i livelli di anticorpi in coloro che sono stati precedentemente infettati da COVID-19 aumentano significativamente dopo la vaccinazione e non sappiamo ancora come i livelli siano correlati alla durata della protezione”, afferma Sebastian Haverval, assistente capo medico del Danderyd Hospital e dottore di ricerca. studente al Danderyd Hospital. Il progetto.

immagine: Stian Lysberg Solum / TT NYHETSBYRÅN

Continua a studiare la vaccinazione

Lo studio è stato condotto e condotto in stretta collaborazione tra Danderyd Hospital, presidente del Karolinska Institutet, Royal Institute of Technology, SciLifeLab Research Laboratory, Uppsala University e Swedish Public Health Agency.

I ricercatori continueranno ora a seguire i partecipanti.

I seguenti campioni verranno prelevati in agosto/settembre, quando è probabile che la maggior parte dei partecipanti venga vaccinata. Continueremo a confrontare il sistema immunitario dopo l’infezione naturale e dopo la vaccinazione, oltre a esaminare la risposta immunitaria a diversi tipi e combinazioni di vaccini. Il gruppo di studio è unico e continueremo a seguire i partecipanti con un campionamento continuo in futuro, afferma Charlotte Thalin.

Inserito: