TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lo scetticismo sui vaccini ostacola l’eradicazione dell’HPV –

Lo scetticismo sui vaccini ostacola l’eradicazione dell’HPV –

L’infezione da papillomavirus umano (HPV) causa ogni anno il cinque percento di tutti i casi di cancro nel mondo. Ma se un numero sufficiente di bambini viene vaccinato contro l’HPV prima che diventino sessualmente attivi, il cancro cervicale può essere eliminato.

Oggi la vaccinazione contro l’HPV viene offerta a tutti i bambini di quinta elementare, ma contro questa infezione virale vengono vaccinati molti meno bambini che contro altre malattie incluse nel programma di vaccinazione infantile.

Genitori scettici sui vaccini

In Svezia, gli infermieri scolastici svolgono un ruolo chiave nelle vaccinazioni contro l’HPV. Quindi i ricercatori hanno intervistato 35 infermieri scolastici in nove diversi comuni per scoprire quali sfide hanno dovuto affrontare in relazione alla loro missione.

Lo studio mostra che il problema principale per gli infermieri sono le molte ragioni diverse per l’esitazione del vaccino. Particolarmente impegnativo è comunicare con i genitori che sono del tutto scettici sui vaccini o che sono titubanti a causa di valori morali o religiosi perché si tratta di una malattia a trasmissione sessuale.

confini sfumati

Anche le infermiere scolastiche nello studio non sono sicure di quale sia la loro linea di responsabilità professionale. Descrivono che il lavoro di follow-up sulla riluttanza alla vaccinazione si è basato in gran parte sulla loro iniziativa. In pratica, questo può evitare il contatto con genitori discutibili in modo da non essere invadente.

Anche gli infermieri scolastici ritengono che manchino supporto e guida, non da ultimo quando si tratta di come sostenere al meglio il diritto di un bambino a partecipare alla decisione di vaccinare*.

* Secondo la Convenzione sui diritti dell’infanzia, una legge in Svezia, i bambini hanno il diritto di partecipare alle decisioni sulla loro salute futura.

READ  Ora il bus tick arriva a Huddinge

Sono necessari supporto e formazione più chiari

Altri problemi riguardano il modo in cui gli infermieri scolastici dovrebbero aiutare i bambini che hanno paura delle iniezioni e il modo in cui sostengono i bambini che non vengono vaccinati a causa dell’opposizione dei genitori. La creazione di un ambiente sicuro per il singolo bambino in relazione alla vaccinazione è particolarmente importante.

– Il nostro studio conferma l’immagine secondo cui gli sforzi degli infermieri scolastici sono essenziali per il successo del programma di vaccinazione contro l’HPV nella scuola. La nostra opinione è che gli infermieri scolastici, in particolare quelli nuovi al loro ruolo, trarrebbero beneficio da un supporto, una guida e una formazione più chiari nel trattare con i genitori che sono riluttanti a ricevere vaccini, afferma Ida Enskar, infermiera e ricercatrice presso l’Università di Uppsala.

Risposta complessa allo scetticismo sui vaccini

I ricercatori affermano che affrontare l’esitazione del vaccino è spesso un compito complesso ea lungo termine, quindi è importante promuovere la salute degli studenti e sostenere il lavoro degli infermieri scolastici.

I ricercatori sottolineano inoltre che dal punto di vista dei bambini e dei genitori, è importante che le cure fornite siano uguali. Include il diritto a informazioni trasparenti e basate su prove sui vaccini, indipendentemente da dove vivi in ​​Svezia.

Stabile:

Ostacoli a un programma di vaccinazione contro il papillomavirus umano nelle scuole in Svezia: la prospettiva di un operatore sanitarioE Vaccini.

comunicazione:

Ida Enskar, dottoranda presso il Dipartimento di salute delle donne e dei bambini, Università di Uppsala, [email protected]