TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’incubo inizia in Superettan per Ois – Lost Again

Sole e ritorno a casa a Gamla Ullevi per Ois. Era fissato per una festa rossoblù il secondo giorno di Pasqua, ma era soprattutto una miseria.

Dopo 0-1 contro l’Östers IF, è chiaro che l’Örgryte continua a lottare per il livello. Con l’eccezione di un primo tempo impressionante contro l’Halmstads BK alla premiere di Braveda, la squadra di Dane Ivarsson ha faticato a impressionare finora e ha ottenuto solo un punto in tre partite.

Lo sforzo contro Auster non è stato sicuramente un segno di forza.

La partita è iniziata con molti combattimenti e duelli duri senza creare occasioni davvero forti. Daniel Paulson stava per prendere una palla profonda, ma il finale è stato scadente. Sargon Abraham visse un periodo successivo, senza nemmeno avvicinarsi al profitto. Uys ha avuto una sola occasione decente per segnare nel primo tempo: punizione di Agden Zelikowicz. Matthias Nelson nella porta di Oster ha salvato la palla in una colonna.

Roddick ha colpito Auster in testa

D’altra parte, gli Smålander avevano di più.

Non erano nemmeno così evidenti le opportunità offerte dalla squadra di Växjö, ma una volta arrivato Oster, erano ancora più una minaccia in area di rigore offensiva.

Il giocatore più forte è stato Vladimir Rodic, che ha passato al 33′ e ha pareggiato 0-1 sul secondo palo. Consiglio di difesa del fuorigioco di Oz. Il giudice ha mantenuto la linea di bandiera abbassata. Due minuti dopo, è di nuovo online. Ahmed Pune si fece avanti e sparò un solo colpo. Sedici Mullen parato, Rodic era lì durante la gara di ritorno ma tira fuori.

READ  Presidente AIK: Nessuna guida al club: 'Decisamente triste'

0-1 in contropiede.

Parkroth collegato

Nella ripresa Dane Ivarsson ha optato per un cambio. Elias Gustafsson Inside, Humpus Dalqvist. Ma Ö sta ancora lottando per creare un gioco offensivo forte. All’inizio del secondo tempo, Niclas Barcroth ha collegato anche quello che sembrava essere un sospetto infortunio. Alexander il popolo di Holmström venne a sostituirlo.

Con poco più di un’ora di gioco, era ancora 0-1 sul tabellone e quando Öis in diverse occasioni ha scelto di tornare a casa piuttosto che giocare in avanti, si sono immediatamente sentite grida sporadiche dalla folla.

Sperando di poter aumentare la pressione, Ivarson ha cambiato di nuovo le mani. Entrarono Kevin Ackerman e Anton Anderson. La squadra di casa ha spostato le posizioni in avanti ed è stata in grado di dominare sempre di più il quadro della partita. Ma quasi nulla è stato creato.

Eliminato dopo la partita

Alexander Ahl Holmström ha segnato il gol finale e Mathias Nilsson potrebbe facilmente salvare la palla.

Pressione di Agden Zelikowicz – nel mezzo di Nelson.

Era sincera. Era addomesticato.

Un pareggio non è mai stato vicino. Os ha perso contro poco più di 2.000 spettatori a Gamla Ullevi. Burop al segnale di fine. Grida sporadiche quando i giocatori ringraziano i talloni.

Un’occasione per vendicare Uwais in trasferta contro il Landskrona Boa il 25 aprile.

Fatti: è così che ha iniziato Uwais

(3-4-3) Sedici Mohlin – Jonathan Azoulay, Marcus Haglund-Sangri, Anton Lance – Niklas Barkroth (Alexander Ahl Holmström, 54), Anil Rushkag, Eric Nolgren (Kevin Ackermann, 62), Humpus Dalqvist (Elias Gustafsson) 46 Sargon Abraham (Anton Anderson 62) Daniel Paulson Agden Zelikowicz.

READ  Ufficiale: Dopo la retrocessione - Boya Asbaghi ​​lascia il Barnsley

Leggi anche: Nella natura, Marcus Haglind-Sangré di Urguerite trova forza

Leggi anche: Delusione dell’interfaccia utente – Persa dopo l’inizio dell’incubo

Leggi anche: Dane Ivarsson sullo swing difensivo di Öi su Superettan

Leggi anche: Pertanto, la gente di Holmstrom divenne la scelta di Oy nella ricerca del numero nove

Vuoi saperne di più su come funziona GP con un buon giornalismo? Leggi il nostro Codice Etico qui.