TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’esperto ha detto: è improbabile che le Nazioni Unite tolgano le sanzioni alla Corea del Nord

Le Nazioni Unite hanno imposto sanzioni commerciali dopo il primo test nucleare della Corea del Nord nel 2006. Nonostante ciò, la Corea del Nord ha continuato a condurre test regolari sui robot.

Nelle ultime settimane, la dittatura chiusa ha condotto almeno cinque test di robot.

Allo stesso tempo, Russia e Cina vogliono che le Nazioni Unite tolgano le sanzioni commerciali contro la Corea del Nord. Sembra da un’unica bozza La risoluzione che Russia e Cina stanno preparando per il Consiglio di Sicurezza dell’ONU.

Russia e Cina sono gli unici veri amici della Corea del Nord, afferma Benjamin Katzif Silberstein, ricercatore associato presso il Foreign Policy Institute.

Il dittatore nordcoreano Kim Jong Un visita uno spettacolo aereo nella capitale Pyongyang. Foto distribuita dal servizio di informazione statale del paese. Foto: KCNA 11 ottobre 2021

“frustrazione”

Russia e Cina vogliono anche avviare un dialogo tra Stati Uniti e Corea del Nord sulle armi nucleari nella penisola coreana.

Si tratta di frustrazione per il fatto che non sia successo nulla nelle relazioni tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti. Sia la Russia che la Cina vogliono che gli Stati Uniti si avvicinino all’allentamento delle sanzioni e ai negoziati con la Corea del Nord, secondo Katzif Silberstein.

Russia e Cina vogliono anche togliere il divieto ai nordcoreani di lavorare all’estero e mandare a casa i loro stipendi.

Vogliono assicurarsi che questa forza lavoro possa continuare ad arrivare.

Qual è la probabilità che il Consiglio di sicurezza dell’ONU prenda questa decisione?

– È il più vicino possibile allo zero. Gli Stati Uniti hanno il veto nel Consiglio di sicurezza e la posizione degli Stati Uniti è molto chiara: vogliono vedere documenti concreti dalla Corea del Nord in modo da poter iniziare a smantellare il loro programma di armi nucleari.

Il dittatore Kim Jong Un tiene un discorso a una fiera della difesa nella capitale nordcoreana, Pyongyang. Foto distribuita dall’agenzia di stampa controllata dallo Stato. Foto: KCNA 11 ottobre 2021

I diplomatici occidentali sono stati mandati a casa

La Svezia ha richiamato i suoi diplomatici dall’ambasciata a Pyongyang nell’agosto dello scorso anno. Ciò è avvenuto dopo che il paese ha imposto rigide restrizioni COVID-19. Il paese è stato descritto come “chiudi più o meno”.

Quando torneranno i diplomatici?

Il regime è molto preoccupato per ciò che potrebbe significare un possibile focolaio di covid-19. Non hai le risorse per affrontarlo. Non sarei sorpreso se non ci volesse un anno, o forse di più.

Da quando gli stranieri hanno lasciato Pyongyang, la trasparenza è minima. Tuttavia, alcune informazioni sulla situazione umanitaria stanno trapelando.

Quello che sappiamo da varie fonti all’interno della Corea del Nord è che la situazione è difficile, ma non catastrofica.

carestia?

La Corea del Nord è affamata dagli anni ’90. È piuttosto una questione di quanto sia forte il bisogno. È abbastanza chiaro che la situazione è peggiorata durante la pandemia di COVID-19 e in parte a causa delle sanzioni.

Una processione in piazza Kim Il Sung a Yongyang, Corea del Nord. Foto distribuita dall’agenzia di stampa centrale coreana controllata dallo stato. Foto: Agenzia di stampa centrale coreana 9 settembre 2021
READ  Il piano Spacex di Elon Musk: quindi sollevare l'astronave