TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Leo Johansson selezionato per le Olimpiadi – in onore di Calle Halfvarsson

Doldisen Leo Johansson occupa un posto nella squadra olimpica svedese.

Il 22enne ha ricevuto il messaggio lunedì sera tardi

“Ho festeggiato ed ero felice di essere me stesso qui a casa nell’appartamento”, dice Leo Johansson.

Ha spazzato il tappeto con l’opposizione alla prima nazionale a Gällivare e si è assicurato un posto nella Coppa del Mondo a Ruka.

Una volta l’ho fatto leo johansson Bene da solo. Era 22° nella gara classica e finì 13° all’inizio della cattura, con un nono miglior tempo di guida.

Ora, il pattinatore del Falun Borlange, Leo Johansson, ha preso posto nella squadra olimpica. Ha ricevuto il messaggio lunedì sera dopo un tardivo ritorno dall’allenamento a Davos.

– Era un po’ grande. Avere l’opportunità di rappresentare la Svezia ai Giochi Olimpici è qualcosa che hai sempre sognato. Leo Johansson dice, spero di essere scelto ma non voglio tanto augurarmi di non essere deluso.

Un pattinatore che non è (ancora) in squadra ma che Leo Johansson tiene le dita incrociate durante il Tour de Ski è Calle Halfvarsson.

– Callie ci ha aiutato molto durante il nostro anno di formazione e ci ha supportato molto. Penso che guiderà davvero bene e andrà da qualche parte durante il Tour. Leo Johansson dice che è così fatto quando ci arriva, è stato visto allenarsi durante tutto l’anno.

Kali Halvarson, con sede a Fallon, significava molto per i cavalieri più giovani della stessa area.

– Era un uomo che ammiravi ed era molto di supporto per il resto di noi.

READ  Zlatan sugli infortuni: più delusione col Milan che Europei

Per Leo Johansson sarà silenzio per qualche giorno perché è sceso da un posto alto in Svizzera. Ha già ricevuto il miglior regalo di Natale.

– Sì tu hai. Leo dice che è stato davvero divertente.

Dopo le festività natalizie, ha di nuovo accelerato e dopo il nuovo anno, la Coppa Scandinava lo attende qui a Falun.

Spera di poter tornare al livello iniziale mostrato a Gällivare e forse anche fare un altro passo.

– Di solito sono un duro e comincio dopo il nuovo anno. Posso solo sperare che vada bene, e penso di poter ottenere il mio miglior livello giusto in tempo per le Olimpiadi, dice.

Che distanze stai prendendo di mira?

– Mi è sempre piaciuto sciare. È una forma di competizione molto interessante. Vorrei essere sulla linea di partenza allora. Se vuoi entrare a far parte della staffetta…

Inserito: