TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Leader: l'Europa, dopotutto

Leader: l’Europa, dopotutto

Domenica arriva la prima Unione Europea. Il 9 maggio erano passati 71 anni da quando il ministro degli Esteri francese Robert Schuman pose le basi per l’Unione del carbone e dell’acciaio, che aveva lo scopo di prevenire future guerre in Europa.

La Giornata dell’Europa è di solito una giornata nostalgica. Di solito vengono celebrati un progetto di pace di successo e una graduale integrazione tra gli Stati membri, il che è ben meritato.

Ma il 2021 sarà diverso. Domenica, invece, la Commissione Europea lancerà un progetto lungimirante conferenza Sul futuro dell’Europa, invitando la popolazione dell’Unione di 448 milioni di persone tramite una piattaforma digitale Ad esempio Su come sviluppare la cooperazione.

L’iniziativa è vista dai critici, che la vedono come una copertura per la Commissione Europea per legittimare il suo crescente potere.

Ma può anche essere preso come un segno di umiltà: Bruxelles ha riconosciuto che la cooperazione è in ritardo negli anni difficili e ha bisogno di un nuovo inizio, se non c’è il rischio di perdere più Stati membri.

Perché è tutto. L’anno passato è stato particolarmente negativo per l’Unione europea. Solo quando la necessità di cooperazione era maggiore gli stati membri chiudevano i loro confini, si confiscavano reciprocamente i materiali protettivi e si sputavano sulla gestione reciproca della pandemia.

I paesi dell’Europa orientale si sono spostati sempre più a est, anche a causa del mancato acquisto del vaccino da parte della Commissione europea. La lentezza della vaccinazione ha anche contribuito al rallentamento della ripresa economica dai nostri concorrenti.

I sostenitori della Brexit dall’altra parte della Manica hanno festeggiato le vittorie.

Ma la verità è Ci sono diversi motivi per cui siamo ottimisti sul futuro dell’Unione europea, a breve e lungo termine.

Il ritmo della vaccinazione ha iniziato ad accelerare dopo un inizio difficile. All’interno dell’Unione Europea, quasi il 30% della popolazione adulta ha ricevuto una prima iniezione.

campo curva Per quanto riguarda le vaccinazioni nel Regno Unito e negli Stati Uniti, le cose si stanno muovendo più velocemente per paesi come Svezia, Germania e Francia, con imminenti restrizioni sulle restrizioni di conseguenza.

Inoltre, saranno presto erogati prestiti e sovvenzioni del nuovo meccanismo di recupero dell’UE. Non significa poco.

Per l’Italia, guidata dal premier Mario Draghi, questo rappresenta il 13 per cento del PIL del Paese. Non si è visto nulla di simile dopo l’aiuto di Marshall.

La Svezia riceve somme più lievi, ma i soldi torneranno utili anche qui.

Inoltre questo è ciò che accade A Bruxelles sono in corso numerosi progetti relativamente nuovi, compresi quelli discussi al vertice di questo fine settimana a Porto.

L’angolo socialeSulle condizioni del mercato del lavoro, è un esempio di ciò che l’Unione europea avrebbe potuto lasciare agli stessi Stati membri. Corporate governance, un altro.

Ma se riduci lo zoom, noterai anche un filo verde quando si tratta di messa a fuoco a lungo raggio. Lo skyline di una ex Bruxelles grigia sta iniziando a brillare sempre più verde con massicci investimenti nel clima Green Deal europeo Mettilo in pratica.

Si può pensare a cosa si vorrebbe riguardo ai potenziali impatti della classificazione su vari settori e alla supervisione dettagliata dell’impegno di rendicontazione del settore finanziario. Tuttavia, le regole del gioco non sono chiare e questa è una cosa positiva.

È anche dura Considerare un caso più appropriato per la Commissione europea per stabilire le sue priorità. Come i virus, i gas serra, come è noto, non si preoccupano dei confini nazionali.

Gestita correttamente, Ursula von der Leyen & Co ha un grande potenziale per portare i paesi membri in questo viaggio. Per far sentire i cittadini orgogliosi di essere europei.

Il tema verde è chiaramente visibile nell’aggiornamento aggiornato Industria Che è stato introdotto questa settimana con investimenti mirati in tecnologie e infrastrutture future, come la produzione di batterie, semiconduttori e idrogeno.

Lo stesso vale per la politica commerciale, che resta l’arma più severa dell’Unione.

Purtroppo questo è improbabile Che molti svedesi parteciperanno alla conferenza sul futuro digitale dell’Unione europea, visto quanto sia sorprendente la nostra discussione nell’Unione europea.

È difficile avere un’idea del ruolo che il governo pensa che la Svezia dovrebbe svolgere nell’Unione europea in futuro. Lo stesso vale per la maggior parte dei partiti di opposizione, il che probabilmente riflette la relativa esclusione della Svezia.

Non è certo una novità, ma la mancanza di visione della Svezia potrebbe avere conseguenze maggiori in futuro.

L’Unione europea è a un punto di svolta. Se vogliamo proteggere la nostra appartenenza e influenzare lo sviluppo, dobbiamo essere al centro della federazione e nei progetti più importanti. Ciò vale anche per le unioni bancarie e valutarie.


READ  Il prezzo per consentire a Ericsson di operare a Mosul: 20 milioni