TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Leader: Alex Vårstrand: L'assistenza sanitaria sta diventando una fabbrica di diagnostica?

È davvero plausibile che fino al 15% dei futuri uomini del paese siano considerati disabili, scrive Alex Farstrand.

La tendenza è stata da tempo quella di diagnosticare l'ADHD e non sembra rallentare. Si stima attualmente che verrà diagnosticata la malattia al 15% dei ragazzi e al 10% delle ragazze.

L’aumento delle diagnosi di ADHD è stato recentemente sottolineato, tra l’altro, in un articolo di discussione firmato dalla Società Svedese di Neuropsicologi (SNPF) (SVD26/2). Il SNPF ritiene che il numero di bambini ai quali, secondo le stime del Consiglio nazionale per la sanità e l'assistenza sociale, verrà diagnosticato l'ADHD è più elevato di quanto ci si aspetterebbe sulla base degli studi epidemiologici sull'incidenza della malattia nei bambini in età scolare. In semplice svedese: esiste il rischio che a molti bambini venga diagnosticata erroneamente l’ADHD.

Sembra che ce ne sia uno È necessario prestare una certa attenzione nella diagnosi delle aree. Un certo numero di aree hanno recentemente introdotto corsie preferenziali per le indagini sull’ADHD. Indagini semplificate, insomma. Questo, combinato con l’eccessiva dipendenza dai farmaci e il basso stigma sociale attorno alla diagnosi di ADHD, ci ha portato a questa strana situazione. L'idea che si prevede che il 15% dei ragazzi del paese diventeranno disabili dovrebbe sollevare almeno alcune sopracciglia.

Chiaramente, la recessione gioca un ruolo in questo contesto. Forse non è un caso che vengano introdotte corsie preferenziali quando le economie di molte regioni sono sotto pressione, mentre le pressioni per la diagnosi non hanno fatto altro che aumentare negli ultimi anni. Sembra che stiano cercando di allentare la pressione semplicemente accelerando le indagini. Ciò è in qualche modo comprensibile, considerati i mutevoli atteggiamenti della società nei confronti dei farmaci. Pochi genitori contestano la diagnosi e molti sono felici che i bambini ricevano assistenza medica per affrontare le loro preoccupazioni. Questa è una buona cosa, ovviamente, ma può anche portare a un’eccessiva fiducia nei farmaci.

READ  Saltare la colazione è pericoloso per la salute? Medico dietetico

Tutti i bambini che ne soffrono Le difficoltà di concentrazione non hanno ADHD. Può anche essere correlato a fattori sociali, come problemi a casa o il bullismo che causa problemi a scuola. Oltre al rischio di diagnosticare bambini che non hanno l’ADHD, c’è anche il rischio di non riconoscere comorbidità quando le indagini vengono semplificate.

Non è raro che una persona con sintomi di ADHD abbia altre condizioni o malattie multiple oltre all'ADHD, come ansia, depressione, difficoltà di apprendimento, autismo, disturbo ossessivo-compulsivo, ecc. Il completamento di questo processo spesso richiede più tempo rispetto alla corsia preferenziale.

È possibile questo Ci sono anche vantaggi nel creare una corsia preferenziale per le indagini sull’ADHD. Potrebbero esserci situazioni in cui la diagnosi è più facile da identificare, quindi un numero maggiore di bambini bisognosi ottiene un accesso più rapido agli aiuti. Ma la tendenza generale, secondo cui sempre più bambini e giovani vengono diagnosticati come disabili, richiede un esame più attento.

È davvero ragionevole che fino al 15% dei futuri uomini del Paese siano considerati disabili? Il concetto stesso di disabilità perde di significato se il problema è comune e diffuso.

Alex Farstrand

Agenzia di stampa svedese