TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le mie cinque impressioni sul TFF – HIF 0–0: scarse possibilità come in una partita di seconda divisione alla fine degli anni '80

Le mie cinque impressioni sul TFF – HIF 0–0: scarse possibilità come in una partita di seconda divisione alla fine degli anni '80

Gustav Lundblad

Dati del chiamante:
[email protected]

Venerdì TFF e HIF hanno giocato una partita negativa e con poche possibilità a Skånederby.
Ecco le cinque impressioni di Vangavalen di Gustav Lundblad.

TFF-HIF 0–0

Pubblico: 2108

TFF (4-3-3): Andreas Beck Larsen – Felix Horberg, Tobias Karlsson, Charlie Weberg, Eren Alevski – Pierre Larsen, Xander Heltoft, Hedi Saleh Karim – Osman Salama (Herman Hallberg, 72), Philipp Bohmann (Nikola Mortensen, 72), Armin Kullum (Karl Wendt, 87).

HEIF (4-4-2): Calle Joelsson – Benjamin Orne (cartellino rosso, 69), Thomas Roggen, Wilhelm Nilsson, William Westerlund – Wilhelm Loeber (Daniel Bergmann, 84), Ervin Gigovic, Lukas Kjellnas, Milan Silva Rasmussen (Denis Olsson, 78) – Benjamin Acqua (Aryan ) ). Kabashi, 78 anni), Taylor Silverholt (Adrian Svanbaek, 90+4).

1. Primo tempo: zero occasioni da gol

Verifica.
Fortemente compresso.
Completa qualsiasi opportunità.
Questa era la prima metà del sole della sera a Vangavallen.
Il TFF ha subito messo pressione sull'ultimo terzo dell'HIF grazie a vittorie con palla alta e un paio di calci d'angolo iniziali. L'HIF ha dovuto giocare a lungo e nei primi minuti non ha mai controllato la palla.
Tuttavia, la partita è stata presto pareggiata e durante l'ultima mezz'ora prima dell'intervallo, l'HIF ha avuto molto possesso palla, ma in aree completamente innocue. Il trio di centrocampo del TFF ha formato uno dei tanti muri blu e ha intrappolato Benjamin Acqua e Taylor Silverholt in una cella temporalesca al centro della metà est del campo di Vangafalen. Ai margini non c’era più spazio per l’attacco.
Il TFF si è sentito più tossico, ha avuto più gioco nella metà campo offensiva e aveva calci piazzati, ma l'HIF ha difeso molto bene la propria area di rigore. Quando riassumiamo il primo atto, si scopre che il sopravvento è l'illusione.
Nessuna delle due squadre era vicina ad avere una possibilità da rete.

READ  L'Inghilterra ha umiliato la Norvegia: la più grande vittoria di sempre nell'Europeo

2. Anche sfortunato negli altri

l'altra metà.
Questa partita ricorda molto lo 0-0 autunnale tra le due squadre. C'era meno ansia e più calore nell'aria stasera, ma meno occasioni da gol.
Mi ha anche ricordato molto come erano le partite della League Two alla fine degli anni '80. L'attenzione era rivolta alla riduzione del rischio e il sistema dei tre punti non sembra essere stato ancora introdotto.
Inoltre, c'era molto vento e il campo di Vångavallen era, secondo l'allenatore dell'HIF, Klebér Saarenpää, il peggiore di Superettan.
Era semplicemente difficile creare qualcosa.
In altre parole, l'immagine della partita è rimasta quella di prima dell'intervallo, ma nella ripresa si sono aggiunte almeno due occasioni da rete.
Wilhelm Loeper ha avuto la più grande occasione della partita per l'HIF quando Milan Silva Rasmussen gli ha dato una possibilità al 52', ma il suo tiro è andato oltre la traversa.
Per il TFF, Armin Culum ha avuto una possibilità quando ha svoltato in corsia e ha tirato a lato pochi minuti dopo. Forse la migliore occasione da gol della partita è arrivata al 61', quando Pierre Larsen ha tirato un cross e Hadi Saleh Karim ha concluso direttamente in prima area, fuori dalla porta.

3. Cartellini rossi e 0-0

Durante alcuni fatidici minuti del secondo tempo, il terzino destro dell'HIF Benjamin Oren ha dovuto vedere il giallo due volte e il rosso una volta.
Al 61' ha investito Ousmane Salama al limite e quattro minuti dopo ha bloccato un passaggio di Armin Collome.
L'arbitro Kasper Sjöberg è stato duro. La seconda ammonizione è uscita dal taschino: la sesta della stagione per Orne. Deportazione.
Impegnato con il giovane Oren, ma non si sentiva particolarmente nervoso sulla linea laterale.
L'espulsione non ha influito molto sulla partita.
Il prezzo dell'HIF è sceso leggermente e sono state apportate alcune modifiche.
Il TFF ha continuato con Hermann Hallberg e Nicolas Mortensen come sostituti – ma non hanno avuto nessuna possibilità di segnare – a parte un colpo di testa nel finale di Xander Heltoft in area di rigore.
La partita finì 0-0.
Raramente qualcosa ha avuto più senso.
Non so se ho mai visto una partita di calcio con un punteggio inferiore a quello.

READ  Ora: guarda la partita cruciale della Svezia per le qualificazioni ai Mondiali

4. Il TFF deve vincere

Il TFF è arrivato a questa partita con un atteggiamento positivo nei confronti del gioco e oggi è stato leggermente migliore dell'HIF.
Sono stati in grado di neutralizzare lo stile di contropiede precedentemente pericoloso dell'HIF, non concedendo quasi nulla nel gioco in piedi: un buon segno per un gioco difensivo che poche settimane fa sembrava traballante.
Hanno provato e cercano di oltrepassare le linee difensive rossoblù, ma senza ottenere il passaggio finale né la prestazione individuale decisiva.
Tuttavia, la loro forma sembra reggere e ora hanno quattro partite consecutive di imbattibilità.
Ciò di cui il TFF si accontenterà ora è una tripla.
Mercoledì ci sarà una posizione d'oro. Il TFF poi fa visita all'Örgryte, ultima squadra.
Vittoria quindi: anche in questo caso possiamo dire che il TFF è sulla strada giusta.

5. L’HIF ha bisogno del profitto

Puoi prendere il testo nel punto sopra ed evidenziarlo, fare ctrl+c, ctrl+v (copia e incolla, per chi non usa Microsoft Word) e sostituire “TFF” con “HIF” e poi abbiamo quasi una suddivisione completa anche della modalità HIF.
Oggi hanno avuto qualche difficoltà ad avanzare in attacco rispetto al TFF, ma sono stati compatti, stabili e impenetrabili come i loro avversari.
Il modo in cui hanno gestito la partita quando erano in inferiorità numerica è stato buono.
Ma la coalizione ha bisogno anche di questa vittoria compensativa, soprattutto sul proprio territorio. Il cross di oggi è stato il quinto pareggio stagionale.
Mercoledì ci sarà un'occasione d'oro per ottenere tre punti, di cui dovranno approfittare.
L'ultima squadra dello Skövde AIK fa visita all'Olympia.
Tre punti lì e l'HIF potrà entrare nella partita davvero importante della prossima settimana: il derby contro il BoIS all'Olympia tra nove giorni.

READ  Hanno segnato il primo gol nello Svenskan: cosa è successo dopo?

Foto: Buildberan


Dati del chiamante:
[email protected]