TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le esportazioni di petrolio russo aumentano notevolmente  JB

Le esportazioni di petrolio russo aumentano notevolmente JB

Nelle quattro settimane terminate domenica, le forniture di petrolio russo sono state pari a 3,34 milioni di barili al giorno, secondo le statistiche compilate da Bloomberg News. Ciò rappresenta un aumento di 465.000 barili al giorno rispetto alle quattro settimane terminate il 20 agosto.

L’aumento delle spedizioni navali si concentra da Primorsk e Ust-Luga nel Mar Baltico e da Novorossiysk nel Mar Nero. La maggior parte, 2,86 milioni di barili, viene consegnata ai clienti finali asiatici, principalmente all’India.

Bulgaria e Turchia

Nell’Unione europea, solo la Bulgaria ha ottenuto petrolio russo, 146mila barili al giorno, in quattro settimane. L’altra destinazione comune è la Turchia, che in quattro settimane ha ricevuto 220.000 barili di petrolio russo al giorno.

A partire da settembre, la Russia ha promesso di ridurre le sue esportazioni di petrolio di 300.000 barili al giorno in un accordo con l’Arabia Saudita e altri paesi petroliferi dell’OPEC. Ad agosto la promessa era che le esportazioni sarebbero diminuite di 500.000 barili al giorno.

Le esportazioni di petrolio vanno ad arricchire le casse di Mosca, sotto pressione a causa della guerra in Ucraina e delle sanzioni imposte dall’Occidente. Secondo Bloomberg, ammonta a circa 62,5 milioni di dollari a settimana, ovvero circa 700 milioni di corone. Questo è il livello settimanale più alto in otto mesi.

Il prezzo del cosiddetto petrolio russo degli Urali è salito al di sopra del tetto del G7 di 60 dollari al barile alla luce dell’aumento globale dei prezzi del greggio da metà luglio.

Mescolalo con olio russo

Le navi mercantili occidentali non sono autorizzate a movimentare il petrolio russo, che costa più di 60 dollari al barile e non è assicurato dalle compagnie assicurative occidentali. Ciò significa che la Russia ha costruito quella che viene comunemente chiamata una flotta fantasma di petroliere, i cui proprietari sono compagnie di navigazione precedentemente sconosciute.

READ  La coppia era in bicicletta e i tronchi li hanno uccisi

Le statistiche compilate da Bloomberg per le spedizioni di petrolio russo non includono il cosiddetto petrolio KEPCO dal Kazakistan, che viene fornito da KazTransoil. Tuttavia, è noto che il petrolio del Kazakistan è mescolato con petrolio russo.